Juric:”Mercato?Ci sono problemi economici in società”

Queste le parole di Juric per presentare la partita di domani contro il Sassuolo.

“Loro sono una squadra molto forte che gioca allo stesso modo da tempo, hanno un attacco da nazionale con una qualità superiore a tante squadre in Serie A. Mi aspetto una partita tosta, dovremo stare attenti perché in ogni momento potrebbero arrivare dei gol. La squadra sta crescendo, io vorrei che crescesse in modo normale, senza mettere troppa pressione su certi obiettivi, le aspettative sono pericolose, poi siamo tutti ambiziosi, vogliamo fare il massimo ed è giusto così, ma bisogna fare attenzione, poi vedremo dove potremo arrivare”. 



“Lo zoccolo duro io ce l’ho in testa dal 1 di agosto, mi è già chiaro quelli che faranno bene e quelli che non faranno bene”. “Non è un giocatore di grande tecnica, è un centrocampista normale, uno di grande tecnica è Mandragora è un giocatore completo, non un regista, è come Pobega, per me o gioca uno o gioca l’altro. Quando giocavano insieme uno doveva andare a destra e chi doveva farlo trovava un po’ di difficoltà a trovare la posizione”. Sul mercato: “Il mio giudizio l’ho dato il 1 agosto, questo è rimasto e questa è la situazione, non c’è altro da aggiungere. Ci sono molti problemi economici all’interno della società, non mi sembra neanche il caso di chiedere delle cose, poi se si fa qualcosa bene, perché ci sono degli aspetti da migliorare, altrimenti si va avanti così”. Su Belotti: “Vedremo nelle prossime settimane a che punto si trova esattamente”. 

“E’ una prova di maturità? La domanda non mi piace, non rispondo. Il Toro non deve fare un cazzo. Puntare all’Europa? Non rispondo”. Così Ivan Juric durante la conferenza stampa di oggi, a presentazione della sfida al Sassuolo. I granata sono in un ottimo momento di forma, ma non è chiaro se possano puntare a qualcosa in più rispetto alla salvezza, o almeno al tecnico non fa piacere renderlo noto pubblicamente.