Romero:”Rivivo la tragedia ogni giorno”


L’ex presidente del Torino ha imparato a convivere con i sensi di colpa per l’incidente che ha spezzato la vita di Gigi Meroni,così ha parlato a Calcionews24:

«Per me è una miscela di angoscia, incredulità e affetto – ricorda Romero – un pensiero giornaliero da più di 50 anni. Dal punto di vista sportivo era un fuoriclasse assoluto, da quello umano un ragazzo anticonformista e di un’originalità rara, un antesignano della rivoluzione culturale del ’68».

«Passano gli anni ma la mia agonia non si attenua, anzi. Ha assunto una dimensione più incisiva: dall’iniziale sgomento per la grandiosità tragica della vicenda a una presa di coscienza quasi rassegnata, per l’impossibilità di cambiare il corso degli eventi».

«Sento spesso la sorella di Meroni, Maria, è una persona squisita, questo è uno dei modi che ho scelto per celebrarlo. Ma il mio pensiero fisso è sempre a quella maledetta domenica, rivivo ogni istante: l’incidente e il dopo. Il dolore più grande? Nel momento in cui mi rendo conto che l’uomo a terra sull’asfalto di corso Re Umberto è Gigi Meroni».


COMMENTA L'ARTICOLO