Editoria: Cairo ha deciso di chiudere cinque periodici - IL TORO SIAMO NOI
Editoria: Cairo ha deciso di chiudere cinque periodici - IL TORO SIAMO NOI
Editoria: Cairo ha deciso di chiudere cinque periodici - IL TORO SIAMO NOI
Editoria: Cairo ha deciso di chiudere cinque periodici - IL TORO SIAMO NOI
Editoria: Cairo ha deciso di chiudere cinque periodici - IL TORO SIAMO NOI
Editoria: Cairo ha deciso di chiudere cinque periodici - IL TORO SIAMO NOI

Editoria: Cairo ha deciso di chiudere cinque periodici

“Cari colleghe e colleghi, oggi l’azienda ci ha comunicato la decisione di sospendere la pubblicazione di cinque testate: Airone, For Men, In Viaggio, Bell’Europa e Antiquariato, a partire dal numero di marzo». Si apre così una nota del Cdr dei periodici di Cairo Editore, a proposito della decisione di mettere fine alla pubblicazione di cinque storici periodici.

«Contestualmente si apre uno stato di crisi con la richiesta di cassa integrazione finalizzata a piani di prepensionamento. L’Azienda ci ha assicurato che non ci saranno licenziamenti, ma intende a ricollocare tutti gli esuberi», recita ancora il Cdr a proposito della scelta della società controllata al 99,95% da Cairo Communication, di cui il patron del Torino Urbano Cairo è presidente.

«Le RSU ha appreso con rammarico dalla decisione di sospendere le pubblicazioni per le testate citate, decisione resa nota peraltro con anticipo molto stretto sia a noi che a tutti i nostri lettori e non comprendiamo come mai non sia stato possibile trovare altre soluzioni, che prevedessero un rilancio di queste testate, magari facendo ricorso all’online», prosegue ancora la nota.

«L’azienda ci ha espresso la sua volontà di ricollocare tutti gli esuberi, decisione che accogliamo, ovviamente, con favore. Le RSU si augurano tuttavia che vengano salvaguardate e valorizzate al meglio le competenze delle singole professionalità e che venga su questo punto aperto un ampio confronto», sottolinea il comunicato.

«Esprimiamo, comunque, una forte preoccupazione per il futuro della Cairo Editore, augurandoci che l’azienda metta in campo tutte le risorse possibili per rilanciare le testate rimanenti e assicurare loro un solido avvenire», conclude il Comitato di redazione

COMMENTA L'ARTICOLO