Cairo:"Devo capire le intenzioni di Juric,Buongiorno non è in vendita" - IL TORO SIAMO NOI
Cairo:"Devo capire le intenzioni di Juric,Buongiorno non è in vendita" - IL TORO SIAMO NOI
Cairo:"Devo capire le intenzioni di Juric,Buongiorno non è in vendita" - IL TORO SIAMO NOI
Cairo:"Devo capire le intenzioni di Juric,Buongiorno non è in vendita" - IL TORO SIAMO NOI
Cairo:"Devo capire le intenzioni di Juric,Buongiorno non è in vendita" - IL TORO SIAMO NOI
Cairo:"Devo capire le intenzioni di Juric,Buongiorno non è in vendita" - IL TORO SIAMO NOI

Cairo:”Devo capire le intenzioni di Juric,Buongiorno non è in vendita”

Urbano Cairo, presidente del Torino, ha parlato a Tuttosport del futuro di Buongiorno e del rinnovo di Juric. Le sue dichiarazioni:



«Tra febbraio e marzo parleremo con Juric e capiremo quali sono le sue intenzioni. Di lui ho grande stima, come sapete, e siamo contenti di questa prima parte della stagione. Io sono per la continuità, in assoluto, e l’ho dimostrato per esempio anche con il Corriere della Sera, dove il direttore è lo stesso da quasi nove anni. Ma ovviamente sentiremo la sua volontà: e se proprio capiremo che non ci sono le condizioni per restare insieme valuteremo come muoverci. Per adesso tutti dobbiamo pensare soltanto al campionato, dove tutto è ancora possibile nonostante qualche errore arbitrale ci abbia penalizzato».



«L’ho detto la scorsa settimana al termine dell’Assemblea di Lega e non posso che ripeterlo:Buongiorno non è in vendita. Ad agosto, quando manifestò l’intenzione di rimanere con noi invece di andare all’Atalanta, gli dissi: “Per noi sei e sarai importantissimo”. Adesso ripeto la stessa cosa con ancora maggiore fermezza».

Alessandro Buongiorno è stato accostato al Milan almeno due settimane fa. E Urbano Cairo, numero uno del Torino, ha spiegato quasi una settimana fa fa che il suo difensore a gennaio non si muove e che non ci saranno novità. “A gennaio non lo vendo, lui vuole restare, se ne riparla a giugno”. Parole secche, inequivocabili.

COMMENTA L'ARTICOLO