Juric:"Non bisogna parlare sempre di vendere i giocatori" - IL TORO SIAMO NOI
Juric:"Non bisogna parlare sempre di vendere i giocatori" - IL TORO SIAMO NOI

Juric:”Non bisogna parlare sempre di vendere i giocatori”

Ivan Juric in conferenza stampa ha presentato la gara contro il Genoa.

Ben 9 partite senza subire gol nel girone d’andata seppur ci siano stati più infortunati nel reparto, mentre in tutto lo scorso campionato erano state 11, soddisfatto della fase difensiva?’Anche l’anno scorso dall’inizio i giocatori lavoravano bene nella fase difensiva e questo facilita e in questo momento anche la crescita di Vanja, secondo me, ci sta dando una grande mano’.

Il Genoa in casa non perde dal 7 ottobre e nelle ultime quattro partite ha fatto sempre punti pareggiando anche con Juventus e Inter, che partita sarà domani?’Sarà una grande battaglia. Il Genoa è una società che ha 28mila tifosi, ci sarà lo stadio pieno e entusiasmo è pazzesco. Hanno un mix di giocatori esperti e giovani molto forti. Penso che abbiano costruito una bella squadra’.

Il Genoa agisce molto sulle fasce quindi domani giocherà Lazaro o Vojvoda a sinistra?’Sono tutti e due affidabili ed entrambi hanno fatto abbastanza bene quando hanno giocato. Vedo Lazaro comunque in grande crescita a livello di personalità e di prendere iniziative. Sono contento di tutti e due, mi sento abbastanza sicuro con loro’.

Con Djidji che sta bene Tameze può essere utilizzato a centrocampo, proseguirà con Ilic e Ricci oppure farà qualche cambiamento domani?’In quel reparto stiamo bene, tutti i giocatori hanno fatto bene e si allenano in maniera molto forte e mi danno ampie garanzie. Devo scegliere, sono contento di quello che stanno facendo tutti quanti per cui sceglierò in base  alla partita, magari uno fa 60 e l’altro 30. Sono tutti in un buon momento’.

Vlasic può essere l’arma in più?’Non è cambiato il suo modo di giocare, fa sempre le stesse cose. Lo abbiamo normalizzato un po’, gli abbiamo detto le posizioni dove deve stare e lo sta facendo bene. Prima sbagliava un po’ la posizione del corpo, ora trasforma subito le azioni in attacco: sta crescendo, entra in più occasioni perché ha migliorato la postura del corpo’

In cosa Vanja è migliorato di più?’Quando abbiamo cominciato con lui, era un ragazzo di talento ma grezzo e con poca tecnica. Era quasi come prendere un giocatore che non aveva mai giocato. Lavora sulla tecnica e sulla lettura della partita, da molto poco sta lavorando tanto con i preparatori. E ha ancora margini importanti’

Ci sono altri infortunati oltre a Schuurs?‘Linetty ha un piccolo problema e va valutato. Karamoh ha un problema all’alluce, non si è allenato per tutta la settimana’

Ha parlato di snodo decisivo: come mai è così importante?‘Giochiamo contro una squadra che in casa non perde da ottobre e ha fermato Inter e Juve, è un ambiente infuocato. Noi ci siamo avvicinati a quel gruppo là, dobbiamo viverla con entusiasmo e non con pressioni: dobbiamo porci obiettivi di fare sempre il massimo e diventare ancora più competitiva. Vogliamo fare una grande prestazione, mi piacerebbe fare punti dappertutto. Questa partita sarà tosta e difficile, ma vogliamo continuità di prestazioni e risultati per rimanere dove siamo’

Che tipo di trappola è il Genoa?‘Dobbiamo fare una grande partita nel gioco e in attenzione, loro sfruttano tutto. Spesso fanno gol sullo slancio e con la qualità, ce ne sono tanti che possono segnare. Dobbiamo avere anche cattiveria agonistica, su questo non possiamo sbagliare’

I due attaccanti non hanno ancora segnato in trasferta.’Spero sia un caso. A volte penso che abbiamo giocato meglio fuori ma senza ottenere risultati. Sono soddisfatto di Sanabria e Zapata, sono contento di come si trovano e anche contro il Napoli mi sono piaciuti. Continueremo così’

Cairo ha blindato Buongiorno quanto è importante il giocatore per il Torino?’Non bisogna parlare sempre in ottica di vendere. E’ un giocatore del Toro ed è nostro, siamo a metà stagione: dobbiamo continuare per la nostra strada’

In ottica mercato si parla di un interessamento per Radonjic, la sua avventura al Torino è finita?’Non mi risulta, a me risulta che si è allenato molto bene. Ci sarà, quando lo vedo bene lo userò. La scorsa settimana aveva un problema, ora è a disposizione. Tutto normale’

Come vede Pellegri?’E’ un passo indietro a Zapata e Sanabria, deve lottare per conquistarsi spazio. Giocherà tanto, è fondamentale avere attaccanti in forma anche per i cambi’

Scopri di più da IL TORO SIAMO NOI

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading