Juric:"Sul mercato tutto tace, non possiamo chiedere niente" - IL TORO SIAMO NOI
Juric:"Sul mercato tutto tace, non possiamo chiedere niente" - IL TORO SIAMO NOI

Juric:”Sul mercato tutto tace, non possiamo chiedere niente”

Ivan Juric in conferenza stampa ha presentato la gara contro il Napoli.Ecvo le sue parole.

Djidji è pronto a giocare dal 1′?

“Sta migliorando, nelle ultime due e tre settimane ho cominciato a vederlo bene. Mi sembra, rispetto a tre settimane fa, che è un giocatore a posto, pronto. Mi sembra stia bene. Vediamo per domani”.

A che punto è il lavoro nel migliorare i cross?

“E’ un lavoro a lungo termine, a Firenze quello che ci è mancato è l’ultimo passaggio. Lavoriamo tanto su questi aspetti e speriamo di migliorarci, i ragazzi hanno la capacità di fare meglio rispetto all’anno scorso”.

Cosa chiedi a questo 2024?

“Spero che si continui a giocare così ma che si migliorino i risultati. La squadra si sta esprimendo meglio ma ci mancano un po’ i risultati che portano entusiasmo. In queste ultime 20 partite abbiamo la possibilità di fare bene”.

Manca un attaccante?

“In questo momento tutto tace, non si muove niente. Vediamo se succede qualcosa in uscita, poi magari succederà qualcosa in entrata. Prima delle uscite non credo che si possa fare qualcosa”.

Quanto manca un esterno sinistro?

“In questo momento sono concentrato sui miei, non abbiamo ancora affrontato il tema acquisti. Finché non esce qualcuno non penso arrivi qualcuno. Quindi fino a quando non andrà via qualcuno non parleremo”.

Doig può essere quello giusto?

“Non abbiamo parlato, non so cosa rispondere. Non posso parlare dei giocatori delle altre società e so che finché non andrà via qualcuno non succederà niente”.

Cosa manca a Lazaro?

“Giù da un po’ mi piace molto, ha alzato il livello. A Firenze ha alzato molto il livello. Mi sembra che la sua condizioni sta crescendo”.

Domani può essere la partita con Linetty?

“Noi siamo una squadra poco fisica, a centrocampo ho diverse scelto. Linetty è un giocatore importante”.

Ci sono degli indisponibili domani?

“N’Guessan sta recuperando, poi sono fuori Radonjic e Soppy che hanno avuto piccoli problemi”

Buongiorno, Bellanova e Ricci possono puntare all’Europeo?

“Deve essere l’obiettivo di tutti e tre, tutti e tre devono puntare in alto, non devono avere paura a puntare in alto. Sono tre ragazzi amanti del lavoro, così possono crescere”

In passato ha detto che al Torino manca italianità

“A volte fai vedere ai tuoi giocatori anche quello che fanno gli altri, tipo quelli della Roma hanno una qualità di marcare dentro l’area di rigore fantastica per la voglia di non prendere gol. Noi a Firenze abbiamo difeso bene fino a un certo punto poi abbiamo commesso un’ingenuità e abbiamo preso un gol che non puoi prendere. Era troppo banale, troppo ovvio, che bisognava fare meglio. Ma “l’italianità” di cui ho parlato anche in passato o ce l’hai o non ce l’hai dentro”.

Questa situazione di mercato bloccato dipende dal fatto che ha il contratto in scadenza?

“La mia sensazione è che ci mancano punti per potersi presentare davanti al nostro boss e chiedere qualcosa. Sono soddisfatto delle prestazioni ma abbiamo fallito lo step dell’italianità, della furbizia davanti alla porta, per poter presentarsi e chiedere qualcosa. Da domani possiamo fare i punti che ci mancano”.

Cosa serve per migliorare i numeri in attacco?

“Io mi auguro che si sblocchino i ragazzi, vedo in allenamento delle cose fatte bene, in partita invece qualcosa ci è mancato. Zapata può fare meglio, Sanabria può fare meglio, Vlasic può fare meglio”.

Domani potreste andare a -1 dal Napoli vincendo, cosa rappresenta questa partita?

“Quando ti presenti a Firenze e giochi così devi vincere, Domani abbiamo un’altra occasione. Questo è un campionato dove i valori sono molto vicini, domani spero che riusciremo a dare un segnale all’ambiente”.

Domani tornano Zapata e Sanabria in attacco o ci sarà ancora spazio per Pellegri?

“Pellegri mi è piaciuto abbastanza, può fare ancora meglio. In questo momento i tre attaccanti più Karamoh si allenano bene, quindi dobbiamo ancora decidere”

Scopri di più da IL TORO SIAMO NOI

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading