Milan-Toro: la pagella granata

Milinkovic Savic 6,5: nel secondo tempo regolamentare tiene in partita il Torino, che deve dare merito al suo portiere, per essere arrivata fino ai tempi supplementari. In qualche intervento, appare abbastanza goffo, ma comunque molto efficace.Segna anche dal dischetto il suo rigore.

Bremer 6,5: ha il duro compito di tenere Ibrahimovic, è lo fa alla grande, anticipandolo quando occorre e accorciandolo quando ha la palla sui piedi. Buone anche le sue uscite palla al piede, forse memore della clamorosa doppietta messa a referto lo scorso anno.

dall’83’ Lyanco 6: entra con ordine e concentrazione, mettendosi subito a servizio della squadra al fine di limitare gli attacchi avversari e aiutare la squadra.

Nkoulou 6,5: come il compagno di reparto, da vita ad una prestazione all’altezza, chiudendo bene gli attacchi rossoneri, decisamente più efficaci nella ripresa.

Buongiorno 6,5: aveva sul suo lato un cliente decisamente scomodo come Diaz, si impegna e riesce a tratti anche a limitarlo. Il classe 99 è un’ottima pedina per Giampaolo.

Vojvoda 6: è una costante sulla fascia sinistra, destreggiandosi abbastanza bene sia contro il talentuoso Leao, in fase difensiva, che contro Dalot. Prova a mettere anche qualche cross interessante in mezzo, ma l’area di rigore rossonera appare sgombra di maglie granata.

dall’83’ Lukic 6: da più quantità che qualità alla sua squadra, anche per la pressione del Milan è molto importante. Prova, anche, a dettare i tempi alla squadra quando può.

Segre 6: si muove abbastanza bene su tutto il centrocampo granata, unendo quantità e qualità alla manovra della squadra di Giampaolo.

Rincon 6: solita sostanza davanti la difesa, dove prova a schermare le iniziative rossonere. I suoi muscoli e il furore agonistico non mancano, soprattutto in queste queste occasioni.Suo l’errore dal dischetto che condanna il Toro all’eliminazione.

Linetty 5,5: si fa vedere poco a centrocampo, dove manca, in alcuni frangenti, la sua pressione sugli avversari, nonché gli inserimenti senza palla utili alla causa torinista.

dal 63′ Murru 5,5: si fa vedere poco in fase offensiva, in quanto deve tenere a bada un Dalot piuttosto offensivo. A volte, però, è troppo sulle sue e sbaglia anche qualche facile disimpegno.

Ansaldi 6: non dispiace sulla fascia sinistra, il giocatore argentino in recupero dopo qualche settimana fuori per infortunio. Interessante il duello con il giovane Kalulu.

dal 63′ Singo 6: entra per dare più velocità e gamba sulla corsia di destra, instaurando un bel duello con l’altra freccia della fascia, Hernandez.

Gojak 5,5: l’impegno c’è, ma la precisione e la lucidità molto meno. In certi casi, infatti, è mancato nell’incisività, sprecando qualche importante iniziativa, che si sarebbe potuta rivelare pericolosa per la squadra.

Zaza 5,5: fa a botte sportivamente parlando con Romagnoli, con il centrale rossonero quasi sempre in vantaggio. Suo, comunque, il primo tiro in porta in assoluto della partita.

dal 92′ Belotti 6,5: entra da grande attaccante qual è, provando a scardinare la difesa avversaria e calciando pericolosamente anche verso la porta, trovando la buona riposta di Tatarusanu.

All. Giampaolo 6: nonostante l’ampio turnover, con i vari Belotti e Singo in panchina, riesce a tenere testa alla capolista della Serie A. I suoi calano molto il baricentro nel secondo tempo, anche perché la pressione del Milan è diventanta maggiore.

COMMENTA L'ARTICOLO