Cairo carica: «Il Toro si è ritrovato e ora lo voglio bello a San Siro» - IL TORO SIAMO NOI
Cairo carica: «Il Toro si è ritrovato e ora lo voglio bello a San Siro» - IL TORO SIAMO NOI

Cairo carica: «Il Toro si è ritrovato e ora lo voglio bello a San Siro»

Urbano Cairo ha parlato sulle pagine della Gazzetta dello Sport: queste le parole del presidente del Torino

Urbano Cairo, presidente del Torino, ha parlato sulle pagine della Gazzetta dello Sport. Queste le parole del numero uno granata.

BILANCIO – «Vittoria contro il Brescia? Direi che il bilancio della serata è assolutamente positivo. Non nascondo di essere soddisfatto. La squadra è stata compatta, unita, convinta: tutti valori importanti. E adesso è fondamentale preservarli per le prossime partite».

BUONE NOTIZIE – «Cosa mi è piaciuto di più? «Dello spirito di squadra ho già detto, ma anche la capacità di riprendere una partita che si era messa male, che a un certo punto sembrava stregata. Eppure, avevamo cominciato bene, con il gol annullato a Belotti dopo pochi minuti. In realtà, Andrea era in posizione di fuorigioco, quindi è stato giusto annullarlo. Poi c’è stata la traversa di Verdi, il quale si è reso protagonista ancora con altre buone occasioni. Ma, quando la partita sembrava che si fosse messa sul binario giusto per noi, è arrivato quel gol incredibile del Brescia, nato da un assist completamente fortuito di un incolpevole Meité».

SALVEZZA – «Direi che un bel passo è stato fatto, ma aggiungo subito che dobbiamo restare con i piedi per terra, continuando a lavorare con determinazione, come stiamo facendo, per poter fare ulteriori punti nelle prossime partite. Ad esempio, già lunedì sera, a San Siro contro l’Inter, sarà molto importante giocare una grande partita ed essere protagonisti di una bella prestazione».

BELOTTI E VERDI – «Sì, ho visto proprio un Verdi che mi è molto piaciuto. Il nostro capitano, poi, è la solita conferma di eccellenza. Ma mi sono piaciuti tanto anche altri nostri calciatori, come ad esempio Meité».

TORO POST COVID – «La squadra ha ritrovato fiducia, e questo mi sembra l’aspetto principale. Pensiamo alla sfida contro il Parma, che meritavamo di vincere, nella quale la squadra fino all’ultimo minuto ci ha provato e ha avuto anche molte occasioni. Dopo, con l’Udinese, si è rivista la compattezza, a Cagliari abbiamo fatto un buon secondo tempo e quasi riuscivamo nella rimonta. Anche contro la Lazio, tutto sommato, siamo stati bravi, penalizzati da un po’ di sfortuna con l’autogol decisivo sul tiro di Parolo. Sul 2-1 ce la stavamo giocando pure in casa della Juve:tutto questo per dire che la squadra ha ritrovato sé stessa. Lo ha dimostrato anche contro il Brescia, dove ha saputo ribaltare una partita che si stava mettendo male».

INTER – «Dobbiamo mantenere compattezza e voglia: a San Siro sarà una gara importante. Anzi, importantissima: non è il caso di pensare al Genoa, prima concentriamoci sull’Inter. Possiamo e dobbiamo fare bene».

Scopri di più da IL TORO SIAMO NOI

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading