Lecce-Toro: curiosità e probabili formazioni

Torino fc

Dopo il 2-1 dell’andata, il Torino può diventare la prima squadra contro cui il Lecce trova il successo in entrambi i match di questa Serie A; l’ultima formazione contro cui i giallorossi hanno centrato questo obiettivo è stata il Siena, nel 2005/06. Il Lecce ha perso solo uno dei sette incontri casalinghi di Serie A contro il Torino (2V, 4N), 1-2 nell’aprile 1994. Il Torino ha ottenuto appena un successo nelle sue ultime cinque sfide di campionato contro squadre neopromosse (2N, 2P), 4-0 esterno contro il Brescia a novembre; i granata avevano vinto quattro delle precedenti cinque gare contro formazioni che hanno giocato la stagione precedente in B (1P). Il Lecce è la squadra che ha guadagnato in percentuale meno punti in casa in questa Serie A: 31%, appena cinque su 16, frutto di cinque pareggi – solo una delle precedenti 12 squadre senza vittorie dopo le prime 10 gare interne in una stagione di Serie A è riuscita a salvarsi a fine stagione, il Verona nel 1972/73. In ben quattro delle ultime sei gare di campionato, il Lecce non è riuscito a segnare: dallo scorso 14 dicembre infatti i giallorossi hanno messo a referto appena tre reti in Serie A, meno di ogni altra squadra. Il Torino viene da due sconfitte di Serie A, parziale in cui ha subito ben nove gol – solo una volta nella gestione Mazzarri i granata hanno perso più gare di fila in campionato: quattro, nel marzo 2018. Lecce (26.1%) e Torino (25.5%) sono le due squadre con la più alta percentuale di cross su azione riusciti in questo campionato. Solo Jack Grealish dell’Aston Villa (sette) ha segnato più reti di Marco Mancosu (sei) del Lecce tra i centrocampisti delle squadre neopromosse nei cinque maggiori campionati europei 2019/20. L’attaccante del Torino Andrea Belotti, a quota nove gol in questa Serie A, può diventare l’unico giocatore ad andare in doppia cifra di reti in tutte le ultime cinque stagioni nel massimo campionato italiano. Lorenzo De Silvestri del Torino può diventare l’unico difensore a servire almeno un assist in tutti gli ultimi 12 anni in Serie A (cioè dal 2009 – al momento è a 11) – l’altro giocatore (non difensore) a poter raggiungere questo traguardo è Palacio del Bologna.

QUI LECCE – Out Tachtsidis, Liverani conta di recuperare Petriccione: dovesse farcela, partirà dal 1’ in cabina di regia con Deiola e Majer ai suoi lati. Arruolabili Saponara e Barak, ma sulla trequarti spazio a Mancosu dietro al duo Falco-Lapadula. In difesa, infine, spazio a Donati, Rossettini, Lucioni e Calderoni. Tra i pali Vigorito, Gabriel ko

QUI TORINO – È ancora ultima spiaggia granata, anche se questa volta un po’ di più: a Lecce il Torino è chiamato per l’ennesima volta a dare una svolta alla propria stagione. Belotti e compagni continuano il ritiro lontano dalla città della Mole, Mazzarri sta pensando a come sostituire gli squalificati Izzo e Lukic: pochi dubbi per la mediana, con Meité al fianco di Rincon mentre Baselli cerca un disperato recupero, dietro invece insieme a Nkoulou ce ne saranno due tra Lyanco, Bremer e Djidji. Sulle fasce De Silvestri e Aina, il tridente offensivo con Verdi-Belotti-Berenguer non si tocca.

Probabili formazioni

LECCE (4-3-1-2): Gabriel; Rispoli, Lucioni, Rossettini, Donati; Deiola, Petriccione, Majer; Mancosu; Lapadula, Falco. All. Liverani

TORINO (3-4-1-2): Sirigu; Lyanco, Nkoulou, Djidji; De Silvestri, Meite, Rincon, Aina; Verdi; Belotti, Berenguer. All. Mazzarri

COMMENTA L'ARTICOLO