Brescia-Toro: la pagella granata


Sirigu 6,5 – Il Brescia ha poche occasioni, ma ogni volta i giocatori di Grosso trovano un muro fra i pali.

Izzo 6 – Rischia qualcosa nel secondo tempo quando è protagonista di un contatto in area con Donnarumma.

N’Koulou 6,5 – Finalmente il vero leader della difesa. Guida il reparto con attenzione, gioca d’anticipo e domina sulle palle altre.

Bremer 6,5 – Forte il migliore del reparto arretrato. Una gara praticamente perfetta, anche se l’avversario oggi non ha creato particolari problemi.

Aina 6,5 – Dalla sua parte ha vita facile. Macina chilometri sulla fascia, arriva spesso al cross.

Lukić 6,5 – Una prova davvero convincente in mezzo al campo. Un giocatore in crescita dopo il lungo stop, può essere l’arma in più di Mazzarri in mezzo al campo. Dal 67′ Laxalt 6,5 – Entra benissimo in partita e dopo una mangiata di minuti serve un grandissimo assist a Berenguer per il tergo gol granata.

Rincón 6 – Solita partita di grinta in mezzo al campo per il General.

Meïté 6 – Parte bene, sfiora il gol in avvio, poi cala sensibilmente nella ripresa. Prende anche un giallo evitabile poco prima del terzo gol del Toro

Ansaldi 7 – Fra i migliori in campo per il Toro. Sabelli probabilmente avrà gli incubi nelle prossime settimane. Una spina costante nel fianco del Brescia. (Dal 78′ De Silvestri S.V)

Verdi 5 – L’unica nota negativa del Torino. L’unica nota di merito è il calcio di punizione che finisce sulla mano di Cistanta, poi solo errori con la palla fra i piedi. (Dal 62′ Berenguer 7,5 – Inserimento devastante da parte di Mazzarri. Spacca la partita, segna due gol in una manciata di minuti e chiude i giochi).

Belotti 7,5 – Segna due volte dal dischetto nel giro di 10 minuti. Sempre freddissimo dagli undici metri, interrompe un digiuno chedurava da 5 giornate. Nella ripresa gioca sul velluto, sfiora anche il gol su azione ma ogni volta viene fermato da Joronen.