Poker del Toro contro un Brescia allo sbando


Non è arrivata la scossa che Massimo Cellino voleva per risollevare il suo Brescia. Al Rigamonti, infatti, le Rondinelle sono uscite sconfitte per 4-0, battute da un Torino che invece si rialza allontanandosi dalla zona calda, in cui il Brescia rimane inesorabilmente. Fanalino di coda alla pari della SPAL.

Una prima gara da dimenticare per Grosso, che ha lavorato poche ore con il Brescia e deve ancora trovare la quadratura. Una prima fazione in generale deludente, ma che ha visto gli ospiti segnare due volte e nello stesso modo: due penalty assegnati per fallo di mano, due rigori di Belotti.

Il Brescia non riesce minimamente a lasciarsi alle spalle le due reti di Belotti, faticando non poco a proiettarsi in avanti. Prestazione da dimenticare per Belotti, con zero tiri verso la porta (in un tempo in cui le uniche due conclusioni sono state quelle dagli undici metri) e zero tocchi in area.

Per il Brescia le cose si mettono ulteriormente male: al 41′ fallo di Mateju su Belotti, doppio giallo e Rondinelle in dieci. All’intervallo Grosso valuta il da farsi e a inizio ripresa sceglie di inserire Martella, lasciando in panchina Balotelli e non Ayè.

Ripresa con qualche emozione in più sotto porta, con Sirigu decisivo nel negare a Spalek la gioia del goal e Joronen a dire no a Belotti per la personale tripletta.

A siglare il tris e il poker, quasi un rigore in movimento nel primo caso e in contropiede nel secondo, è invece il subentrato Berenguer, servito dall’altro cambio di Mazzarri, Laxalt. I cambi di Grosso non sortiscono però effetti importanti per i padroni di casa, nuovamente sconfitti, stavolta pesantemente, e in una situazione di classifica a dir poco complicata.

IL TABELLINO

BRESCIA-TORINO 0-4

Marcatori: 17′ rig. e 26′ rig. Belotti, 75′ Berenguer

BRESCIA (4-3-1-2): Joronen; Sabelli, Cistana, Magnani, Mateju; Bisoli, Tonali, Romulo; Spalek (60′ Donnarumma); Ayé (83′ Zmrhal), Balotelli (46′ Martella)

TORINO (3-5-2): Sirigu; Izzo, N’Koulou, Bremer; Ola Aina, Lukic (67′ Laxalt), Rincon, Meité, Ansaldi (78′ De Silvestri); Verdi (62′ Berenguer), Belotti

Arbitro:

Ammoniti: Ansaldi (T), Magnani (B), Meitè (T), Lukic (T), Tonali (B)

Espulsi: Mateju


Loading...

COMMENTA L'ARTICOLO