Entra Ansaldi e cambia il Toro


Entra Ansaldi e la squadra granata svolta. Mazzarri può sorridere: il giocatore tirato a lucido dopo lo stop di un mese.

Minuto 57 di Torino-Milan. Fa il suo rientro in campo Cristian Ansaldi, accolto al momento dell’ingresso da una grande mole di applausi del pubblico nonostante il momentaneo svantaggio granata. Dopo praticamente un mese esatto dal suo stop forzato, causato dalla lesione miotendinea distale del bicipite femorale destro, l’argentino è finalmente rientrato in campo. E ad illuminare la serata del Toro ci ha messo pochi minuti.

Nei 56 minuti antecedenti i ragazzi di Mazzarri non erano stati in grado di esprimere un tipo di gioco che impensierisse il Milan. Il classe ’86 ha immediatamente acceso la qualità in mezzo al campo e, conseguentemente, i tifosi. Ha svariato per entrambe le corsie rendendosi una spina nel fianco per la retroguardia rossonera, andata successivamente in grossa difficoltà con il cambio modulo operato dall’allenatore.

La mezz’ora abbondante di ieri non fa che confermare quanto sia importante Ansaldi per i meccanismi generali del Torino, e sopratutto quando la squadra abbia accusato la sua assenza in questi 30 giorni senza di lui. Ora è tutto tornato alla normalità, e Mazzarripuò finalmente sorridere. Giornata dopo giornata i calciatori non possono che migliorare di condizione ed esprimere una maggiore qualità. L’allenatore, adesso, è in grado di aggiungere al suo arsenale quei giocatori che sono rimasti fino adesso ai box. Tra poco sarà il turno di Iago Falque ma, intanto, tutti possono godersi un Cristian Ansaldi tirato a lucido.


COMMENTA L'ARTICOLO