Cereser:"Deluso da questo inizio del Toro" - IL TORO SIAMO NOI
Cereser:"Deluso da questo inizio del Toro" - IL TORO SIAMO NOI
Cereser:"Deluso da questo inizio del Toro" - IL TORO SIAMO NOI
Cereser:"Deluso da questo inizio del Toro" - IL TORO SIAMO NOI
Cereser:"Deluso da questo inizio del Toro" - IL TORO SIAMO NOI

Cereser:”Deluso da questo inizio del Toro”


Angelo Cereser ,storico ex granata,intervistato da Tmw si dice deluso dall’inizio di stagione del Toro.

“Solo sei i punti conquistati dai granata, ancora alla ricerca della loro miglior espressione. Un po’ in effetti sono deluso. Conosco Mazzarri e mi aspettavo di meglio anche perché ha fatto lui la squadra ed è di livello medio alto. Non so cosa sia successo: le punte pungono poco, il centrocampo è discreto e ordinato anche se non ha fatto il salto di qualità, la difesa non è male al di là di quanto accaduto col Napoli. In classifica ci vorrebbero tre punti in più. Ci sono cali di tensione che non capisco. Mazzarri insomma non ha ancora trovato la squadra… Tutti si aiutano ma deve nascere quel qualcosa per far scattare la cattiveria agonistica che ti fa dire: oggi devo vincere, costi quel che costi. Oggi questa cattiveria non la vedo, ma dovrebbe essere una caratteristica del Torino… Belotti? C’è da dire che è fuori per infortunio Iago Falque, il giocatore che è capace di regalare l’assist. Comunque quando vedo Belotti tornare indietro per colpire di testa in difesa mi piange il cuore. Quando vedevo Pulici nella nostra area gli dicevo: vai avanti, qui ci pensiamo noi. In generale comunque, ripeto, serve più carattere, per dimostrare a tutti e a se stessi che non si ha paura, che siamo pronti per la battaglia. Anche se poi arriva una sconfitta, la gente apprezzerebbe lo stesso”.