Juric:"Dobbiamo alzare il livello della condizione,oggi è andata bene" - IL TORO SIAMO NOI
Juric:"Dobbiamo alzare il livello della condizione,oggi è andata bene" - IL TORO SIAMO NOI
Juric:"Dobbiamo alzare il livello della condizione,oggi è andata bene" - IL TORO SIAMO NOI
Juric:"Dobbiamo alzare il livello della condizione,oggi è andata bene" - IL TORO SIAMO NOI
Juric:"Dobbiamo alzare il livello della condizione,oggi è andata bene" - IL TORO SIAMO NOI
Juric:"Dobbiamo alzare il livello della condizione,oggi è andata bene" - IL TORO SIAMO NOI

Juric:”Dobbiamo alzare il livello della condizione,oggi è andata bene”

Ivan Juric ha commentato così queste parole la bella vittoria contro i Campioni d’Italia.

“Penso che ci sono state tante belle partite ma questa è stata particolare per l’espulsione. Da quel momento è diventato tutto più semplice. Dobbiamo alzare il livello di condizione, anche a Firenze abbiamo fatto una grande partita ma non siamo riusciti a vincere. Oggi ci è andata bene. I ragazzi devono continuare a lavorare così. Dobbiamo pensare alla partita con il Genoa che è tostissima, se riusciamo a fare punti diventa interessante. Il presidente con noi è sempre presente, è un tifoso e sta sempre vicino alla squadra. Non ho richieste. Dobbiamo puntare a fare il massimo e a essere ambiziosi. Abbiamo fatto la scelta dei due attaccanti e da quel momento ci divertiamo e abbiamo trovato altre soluzioni. Sono contento e la sensazione è che siamo molto più pericolosi rispetto a prima. Abbiamo centrocampisti che si buttano tanto in area e che attaccano gli spazi, con il tridente non sarebbe possibile”.

Nel finale c’è stato un lungo abbraccio con Djidji: cosa vi siete detti?

“Con Djidji c’è un rapporto molto intimo, ha avuto due operazioni, ha firmato e non riusciva a recuperare, era triste, ora lo stiamo introducendo di nuovo, la gamba sta tornando, ora comincia a stare bene, è il Koffi che abbiamo ammirato”.

Le è dispiaciuto non far giocare Linetty e Tameze?

“Per noi Linetty è fondamentale, ho certe zone di campo dove sono coperto, in altre possiamo avere più problemi. Anche Gineitis si sta allenando benissimo. Tameze ha avuto un problema al tendine”.

Ho la sensazione che abbiamo perso qualche punto per strada, a Bologna, a Monza, la squadra deve crederci, mi auguro di non avere infortunati, di fare il massimo, la nostra prerogativa sono sempre quei sette-otto punti che ci mancano.

Quali sono le gerarchie in difesa?

“Volevo dare a Sazonov dei minuti ma lo vedo come centrale, nella posizione di Buongiorno, come braccetto di destra siamo più in difficoltà, perdendo Schuurs siamo in inferiorità lì”.

C’è qualche giocatore che ha chiesto non venga ceduto?

“Gineitis non voglio cederlo, sta crescendo, voglio tenerlo, voglio lavorare con lui e sono sicuro troverà spazio. Se qualcuno esce allora avremo possibilità di comprare”.

COMMENTA L'ARTICOLO