Il Toro dura solo un tempo,nel secondo tempo l'Inter fa quello che vuole: 0-3 - IL TORO SIAMO NOI
Il Toro dura solo un tempo,nel secondo tempo l'Inter fa quello che vuole: 0-3 - IL TORO SIAMO NOI
Il Toro dura solo un tempo,nel secondo tempo l'Inter fa quello che vuole: 0-3 - IL TORO SIAMO NOI
Il Toro dura solo un tempo,nel secondo tempo l'Inter fa quello che vuole: 0-3 - IL TORO SIAMO NOI
Il Toro dura solo un tempo,nel secondo tempo l'Inter fa quello che vuole: 0-3 - IL TORO SIAMO NOI
Il Toro dura solo un tempo,nel secondo tempo l'Inter fa quello che vuole: 0-3 - IL TORO SIAMO NOI

Il Toro dura solo un tempo,nel secondo tempo l’Inter fa quello che vuole: 0-3

Riparte con una vittoria l’Inter che dopo il pareggio col Bologna espugna il campo del Torino mandando chiari messaggi a Milan e Napoli. Una partita decisa nella ripresa, con i gol di Thuram, Lautaro Martinez e Calhanoglu dopo i cambi operati da Simone Inzaghi e – in particolar modo – dopo l’ingresso in campo di Dumfries e Frattesi, autentiche spine nel fianco per la squadra di Juric che nel primo tempo aveva avuto anche qualche occasione, prima di incappare nell’infortunio di Schuurs a inizio ripresa.



La prima conclusione verso la porta è di marca nerazzurra, con Thuram che riceve da Barella, punta Tameze rientrando sul destro per poi calciare dal limite, senza però impensierire più di tanto Milinkovic-Savic. Il Torino difende con ordine e aggressività, limitando il potenziale offensivo dell’Inter che si riaffaccia in attacco al 29′ con un calcio di punizione battuto da Calhanoglu la cui conclusione sfiora il palo alla destra di Milinkovic-Savic.

La risposta granata è affidata a Ricci che al 33′ ci prova da fuori con un missile rasoterra bloccato senza problemi da Sommer. Quest’ultimo deve impegnarsi di più al 35′ quando Seck, dopo un doppio errore di Mkhitaryan, calcia a giro a da posizione interessante, costringendo l’estremo difensore nerazzurro a concedere il calcio d’angolo. Il portiere svizzero rispondere presente anche al 43′ quando Pellegri, su cross di Bellanova, colpisce di testa mirando all’angolino. 

Nella ripresa il Torino parte con le marce alte. Passano pochi secondi e Ricci arriva al tiro da fuori area, sfiorando la traversa. Pochi minuti dopo brutta notizia per Juric, costretto a sostituire Schuurs per infortunio dopo un contrasto con Barella e Çalhanoğlu. E proprio nel miglior momento del Torino, l’Inter cambia la partita con le sostituzioni di Inzaghi che manda in campo Carlos Augusto, Frattesi e Dumfries. Proprio quest’ultimo serve subito un buon pallone a Thuram che con un colpo da biliardo batte Milinkovic-Savic. Il Torino accusa il colpo e l’Inter ne approfitta chiudendo il giochi al 67′. Il gol del 2-0 arriva sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Calhanoglu con sponda di Acerbi prima dell’incornata vincente di Lautaro Martinez. Al 77′ Thuram manda in tilt la retroguardia granata e arriva a calciare da pochi metri, ma c’è Sazonov a opporsi col corpo. Nel finale l’Inter cala anche il tris con un calcio di rigore procurato da Mkhitaryan e trasformato da Çalhanoğlu

COMMENTA L'ARTICOLO