Un brutto Toro non va oltre il pareggio con il Verona: 0-0 - IL TORO SIAMO NOI
Un brutto Toro non va oltre il pareggio con il Verona: 0-0 - IL TORO SIAMO NOI

Un brutto Toro non va oltre il pareggio con il Verona: 0-0



Un pareggio brutto, senza reti e avaro di emozioni. Finisce 0-0 all’Olimpico Grande Torino tra granata e Hellas. Per i granata un piccolo passo in classifica, per i veneti quarta partita consecutiva senza andare a bersaglio.


Juric preferisce Seck a Vlasic e Soppy a Bellanova inizialmente, mentre Baroni stravolge il Verona, inserendo Suslov, Amione e Cruz, figlio del famosissimo Julio. Inizia fortissimo la squadra di casa: lancio di Zapata per Seck, destro da posizione defilata dell’attaccante e respinta di piede di Montipò. L’Hellas si spaventa, prende le misure, e inizia ad alzare il baricentro. Al 26′ si fa male Sazonov e al suo posto Juric sceglie Tameze, il match si appiattisce, non ci sono occasioni, le difese controllano indisturbate. La chance più grande se la costruisce da solo Lazaro: pianta lì Terracciano, partendo da sinistra, accelera e calcia in diagonale, trovando un monumentale Montipò a respingere. 0-0 all’intervallo, ma due buone occasioni per i granata.


Nella ripresa Baroni inserisce Coppola per Dawidowicz, poi perde anche Amione (dentro Faraoni), mentre Juric risponde con Vlasic e Linetty per Radonijc (arrabbiatissimo) e Ilic. Proprio Faraoni al 61′ con un tiro-cross impegna Milinkovic-Savic, che è attento a respingere la strana traiettoria. La partita resta equilibrata, Tameze al 70′ colpisce di testa da corner e manda di poco alto. Il Torino insiste, la girandola di cambi anima il finale: Vlasic con un tiro-cross crea scompiglio, poi Lazaro appoggia a Schuurs che alza di poco. I veneti si coprono, difendono, resistono, i granata non riescono più a rendersi davvero pericolosi. Finisce 0-0, terzo pareggio in sette giornate per il Torino.

La voglia di andare in vantaggio, però, non è bastata a nessuna delle due squadre, che hanno raccolto un punto che ha lasciato particolarmente insoddisfatti gli spalti dell’Olimpico di Torino, che ha reagito indirizzando una pioggia di fischi alla squadra di casa.

Scopri di più da IL TORO SIAMO NOI

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading