Juric:"Ci mancano giocatori davanti e sulle fasce,bisogna andare su altra qualità " - IL TORO SIAMO NOI
Juric:"Ci mancano giocatori davanti e sulle fasce,bisogna andare su altra qualità " - IL TORO SIAMO NOI

Juric:”Ci mancano giocatori davanti e sulle fasce,bisogna andare su altra qualità “

“Ci prendiamo questo punto, l’anno scorso queste partite potevamo tranquillamente perderle. Mi aspettavo l’atteggiamento del Cagliari, peccato non aver fatto gol, ma andiamo avanti. Mancano giocatori sulle fasce, sono andati via Singo, Aina e Lazaro ed è arrivato solo Bellanova. Mancano anche giocatori davanti, ma se vogliamo fare qualcosina in più bisogna andare su un altro tipo di qualità. Schuurs? Non lo so, vedo i giovani migliorare ma bisogna aggiungere altro tipo di giocatori per sfruttare quelli che abbiamo, altrimenti rimani incompiuto. Lui ha fatto una buona gara ma soffre il caldo e non è stato facile. Speriamo di tenere tutti”.

Un giudizio su Sanabria e Pellegri’Tonny ha legato a tratti. Ci serviva un altro tipo di caratteristiche per la partita di oggi. Da Pellegri aspettiamo che trovi continuità, può diventare un attaccante che va in profondità’

Il pareggio è un risultato giusto?’All’inizio abbiamo avuto occasioni, è stata una battaglia. Abbiamo avuto più di tutto, ma il Cagliari ha avuto le sue occasioni ed è un pareggio giusto’

Quali caratteristiche dovrebbe avere l’attaccante perfetto per lei?’Siamo soddisfatti degli ultimi sei mesi di Sanabria: ce lo teniamo stretto. E Pellegri se riesce ad attaccare la profondità può esseci molto utile’

Come mai all’inzio la scelta di Karamoh e non di Radonjic?’Rado deve trovare continuità di allenamento, ci sono sempre un po’ di problematiche e non riesci a sfruttarlo al massimo’

Sarebbero serviti cambi in più sulle fasce?’Al momento è così, Vagnati ci pensa. Bellanova era cotto, anche con Ricci devo stare attento perché sono arrivati dopo. Il mercato è ancora lungo, abbiamo perso Singo, Aina e Lazaro: già dalla prossima settimana Vagnati ci penserà’

Sanabria ha un gap di condizione?’Mi auguro di sì. Quando gioca come negli ultimi quattro mesi, è ottimo. Al momento però non stiamo rendendo bene, anche sulle fasce. Lui deve ritrovare tante cose, come tutti gli attaccanti. Ma ho fiducia incondizionata in Tonny, lavora e vuole fare bene’

Come mai non ha utilizzato Tameze?’In ritiro non era in condizioni buone. Deve mettersi a posto e lavorare tanto, stando attento a come vive. Deve tornare quello che volevamo. Non era un nostro giocatore e non lo tenevamo sotto controllo, ora si deve mettere a posto. Ma Linetty è entrato bene’

Ha già parlato con Cairo?’Parlo molto con Vagnati, con Cairo sono solo cose globali e grandi. Con Vagnati parlo ogni giorno e lui comunica con il presidente’

Cosa sarebbe più utile per l’attacco?’Tutto dipende dai nostri giocatori. Radonjic è stato un mese e mezzo di livello assoluto, un giocatore fantastico che fa la differenza, ma è durato cinque o sei partite. Ora di nuovo dobbiamo spingere. E anche Pellegri: vedo grandi potenzialità, ma non trova continuità nel lavoro. I nostri dubbi girano attorno a questi due ragazzi. Con Miranchuk avevamo un giocatore che con la classe poteva innescare l’attaccante. Potrei anche essere a posto con Radonjic e Sanabria al meglio, in più credo in Seck. Se non vanno bene, diventa un problema’

Ma qual è il problema di Radonjic?’E”un artista’ (ride, ndr). Lui è forte, è un giocatore stupendo. Lavorando tanto, lo abbiamo portato ad un livello top, ma poi dobbiamo ricominciare dall’inizio. Con lui entriamo e usciamo, speriamo di entrare definitivamente come contro il Lecce o la Lazio. Mi auguro che torni a fare quello. Lui è uno particolare, un artista’

Scopri di più da IL TORO SIAMO NOI

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading