Petrachi:"Quante critiche per Bremer,Belotti da prendere subito" - IL TORO SIAMO NOI
Petrachi:"Quante critiche per Bremer,Belotti da prendere subito" - IL TORO SIAMO NOI
Petrachi:"Quante critiche per Bremer,Belotti da prendere subito" - IL TORO SIAMO NOI
Petrachi:"Quante critiche per Bremer,Belotti da prendere subito" - IL TORO SIAMO NOI
Petrachi:"Quante critiche per Bremer,Belotti da prendere subito" - IL TORO SIAMO NOI

Petrachi:”Quante critiche per Bremer,Belotti da prendere subito”

C’è tanto Torino e tanta Roma nella lunga chiacchierata di Gianluca Petrachi sulle frequenze di TeleRadioStereo. L’ex direttore sportivo dei granata e dei giallorossi ha toccato tanti argomenti, compreso il suo pupillo Andrea Belotti che continua a sentire ancora oggi: “Il messaggino c’è sempre con qualche giocatore – ammette Petrachi -. Con Pellegrini anche, non accade con tutti. Belotti è uno con cui ho rapporti, è un ragazzo straordinario. Comunque vada chi prende Belotti prende uno che ti dà l’anima, è un giocatore che vede la porta. A zero lo prendo ieri, non oggi”

Antonio Conte prese in considerazione l’idea di venire alla Roma?
“Antonio è esigente, prima di tutto con se stesso. È uno che non fa passare nulla, nel lavoro da sempre mette il massimo ed esige la stessa volontà da tutti. Sulla Roma: secondo me ci poteva stare, ma sono passati degli anni. Non so se ascoltò la Roma, non posso parlare per altri, sicuramente Conte è affascinato dalla Roma. Ha compreso cos’è”.

Secondo lei dove andrà Bremer?
“Bremer è un top, giocatore eccezionale. Meticoloso, attento, voleva migliorarsi. Ne ho ricevute di critiche quando lo portai per 5 milioni, fui investito. Trovare difensori veloci, forti fisicamente è difficile. Questa sua grande qualità la intravidi dal vivo in Brasile. Quando l’ho conosciuto capii che potevo puntarci. Merito suo, anche quando non giocava si è impegnato, ci ha sempre creduto. Chi prende Bremer fa un affare strepitoso”.