La Repubblica: rissa tra tifosi del Toro,due arresti

Sono due leader del gruppo “Ultras Granata”, gli autori dell’aggressione avvenuta sabato 19 giugno nel dehors del ristorante pizzeria La Caravella, in pieno centro a Torino. La digos ha arrestato ieri sera N. K. di anni 19 e S. A. di anni 24(entrambi con diversi precedenti per reati commessi in occasione di manifestazioni sportive per i quali sono tuttora sottoposti a Daspo): le accuse sono di rapina, lesioni e danneggiamento aggravati.

A inchiodarli le immagini di uno smartphone con cui è stata ripresa la spedizione punitiva. I tifosi hanno agito in concorso con altre persone, su cui sono in corso indagini per arrivare all’identificazione, dopo aver riconosciuto tra i clienti del ristorante un ultras dei Torino Hooligans. Da tempo tra i due gruppi granata c’è infatti un’accesa rivalità per il controllo del tifo e secondo gli investigatori potrebbe essere stato questo il motivo del pestaggio.

Gli aggressori, (tra cui un giovane di 23 anni, denunciato in stato di libertà ed anche lui già sottoposto a daspo), dopo aver riconosciuto l’ultrà rivale hanno quindi fatto irruzione nel dehors del ristorante di via Fratelli Vasco nr.2 e hanno aggredito anche altri clienti del locale, rovesciando e lanciando sedie, piatti e bottiglie di vetro. Non solo, hanno anche rubato il telefono e il portafogli della vittima (che ha riportato lesioni con prognosi di 10 gg per trauma alla spalla sinistra) e di un altro cliente, allontanandosi subito dopo a bordo di  due auto.

Anche il minorenne, che ha diciassette anni, ha diversi precedenti per reati commessi in occasione di competizioni sportive. “Sono stati tre minuti di pura follia- aveva raccontato a Repubblica il titolare del locale- credo che la lite sia avvenuta per caso perché il mio ristorante non è un luogo di ritrovo di tifoserie”.

Fonte La Repubblica