UK: Boris Johnson riapre gli stadi

A dicembre ci avevano già provato, ma solo per poco tempo. 2000 persone negli stadi, e conseguentemente nelle aree, meno colpite del Paese. Poi il dietrofront, dettato da una nuova emergenza Coronavirus. Ma in Inghilterra la data per il ritorno dei tifosi è già stata fissata: lunedì 17 maggio.

Come riportano ‘Sky Sports UK’ e la ‘BBC’, è questo il piano presentato dal Premier britannico Boris Johnson alla Camera dei Comuni, nell’ottica di allentamento progressivo delle misure restrittive anti-Covid. Nella vita di tutti i giorni, e pure nel calcio.

Nel dettaglio, gli stadi più grandi potranno ospitare fino a 10000 persone oppure essere pieni per un quarto della propria capienza. Gli impianti più piccoli, invece, saranno in grado di contenere fino a 4000 persone oppure riempirsi per metà, a seconda di quale sarà la capacità inferiore raggiunta.

Il piano di Johnson riguarderà in particolar modo la Premier League, la cui ultima giornata è in programma nel weekend successivo, quello che terminerà domenica 23 maggio. Mentre i campionati inferiori, dalla Championship in giù, vedranno il ritorno dei tifosi negli stadi nelle gare dei playoff.

Un test per provare gradualmente a tornare a pieno regime potrebbe essere effettuato due giorni prima, ovvero sabato 15 maggio: in quel pomeriggio Wembley ospiterà infatti la finalissima di FA Cup.

Occhi anche sulla finale dell’altra coppa nazionale più importante, ovvero la League Cup: la gara, che vedrà sfidarsi il Manchester City e il Tottenham, era originariamente in programma domenica 28 febbraio, ma è stata spostata al 25 aprile proprio per avere maggiori possibilità di non giocare a porte completamente chiuse.