Il gip: “Suarez ha ammesso di aver ricevuto le domande prima dell’esame”

Lo scrive Repubblica. Nel parlare di “ammissione del calciatore”, il gip motiva la decisione di respingere la richiesta di revoca della misura interdittiva applicata alla docente.

Il gip che si occupa del caso dell’esame falso di italiano sostenuto da Suarez per approdare in Italia, alla Juventus, scrive, in un provvedimento legato all’inchiesta, che il calciatore ha ammesso di aver ricevuto in anticipo le domande relative al test. A passargliele è stata la professoressa Spina, sua docente. A riportarlo è Repubblica.

Nel parlare di “ammissione del calciatore Suarez” il gip motiva la decisione di respingere la richiesta di revoca della misura interdittiva applicata alla docente. La Spina, secondo il gip, aveva sollecitato a Suarez lo studio del file inviatogli e lui, a sua volta, aveva assicurato di ripassarlo bene anche durante il volo verso Perugia.

Interrogata dal pm, la Spina aveva negato di aver fornito in anticipo le domande. Il gip, tuttavia, ha ritenuto che la docente abbia contribuito “in maniera determinante” all’esame farsa.

Repubblica scrive:

“L’inchiesta della procura perugina appare ormai alle ultime battute e non è escluso che a breve i pm possano inviare eventuali avvisi di conclusione delle indagini o formulare richieste di archiviazione”.

Gabriele Gravina, presidente della Figc, spaventa la Juventus e i suoi tifosi in merito al caso Suarez. Intervistato dal quotidiano La Verità, il numero uno della Federcalcio è tornato sull’esame sostenuto a Perugia dal centravanti uruguayano: “Ho letto quello che è stato scritto sui giornali – dice Gravina – la Procura federale ha chiesto gli atti alla Procura della repubblica. Non appena li metterà a disposizione, la vicenda verrà approfondita anche dal punto di vista sportivo con serietà e imparzialità”.

COMMENTA L'ARTICOLO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.