Inter-Toro: probabili formazioni - IL TORO SIAMO NOI
Inter-Toro: probabili formazioni - IL TORO SIAMO NOI
Inter-Toro: probabili formazioni - IL TORO SIAMO NOI
Inter-Toro: probabili formazioni - IL TORO SIAMO NOI
Inter-Toro: probabili formazioni - IL TORO SIAMO NOI
Inter-Toro: probabili formazioni - IL TORO SIAMO NOI

Inter-Toro: probabili formazioni

L’ottava giornata del campionato di Serie A prevede ben sette partite nella giornata di domenica 22 novembre, con Napoli-Milan che sarà il posticipo serale e rappresenterà il match clou dell’intero turno. Nel pomeriggio invece sarà giocata Inter-Torino tra due squadre che finora hanno abbastanza deluso le aspettative delle rispettive tifoserie.

I nerazzurri devono iniziare a non lasciare per strada ulteriori punti per disattenzioni difensive macroscopiche che finora li portano ad inseguire i cugini rossoneri con cinque punti di distacco. I granata invece si trovano in fondo alla graduatoria e ulteriori passi falsi potrebbero anche rivelarsi decisivi per il futuro del tecnico Giampaolo. Tutto quello che c’è da sapere sul match tra Inter e Torino.

Come arriva l’Inter

L’Inter si trova al settimo posto in classifica con 12 punti e – come detto precedentemente – a cinque lunghezze di distacco dalla capolista Milan. I nerazzurri hanno pagato le disattenzioni difensive che sono costate tre pareggi (tutti raggiunti in rimonta) e in totale sono ben 11 i gol incassati in sette partite – 1,57 di media – molti di più rispetto ai 36 subiti nello scorso campionato che hanno permesso alla formazione di Conte di essere la migliore difesa della stagione passata.

In attacco però i nerazzurri si sono ben difesi con 16 gol segnati che gli permettono di essere il terzo miglior attacco dietro solamente a Sassuolo ed Atalanta con 18. Solo nella partita contro il Genoa sono riusciti a mantenere inviolata la propria porta, subendo invece almeno una rete in tutte e sei le altre partite giocate. Però i nerazzurri sono riusciti sempre ad andare a segno almeno una volta, dimostrando una buonissima capacità offensiva.

Come arriva il Torino

Il Torino si trova in quartultima posizione in campionato con soli cinque punti e a pari merito con il Genoa terzultimo. I granata però nelle ultime due partite sono riusciti ad invertire la rotta con una vittoria contro il Genoa (2-1) e un pareggio contro il Crotone (0-0), dopo aver incassato quattro sconfitte e un pareggio nelle precedenti cinque giornate.

Sono ben 16 le reti incassate finora che posizionano la retroguardia granata al quartultimo posto tra le difese della Serie A, davanti solo a Benevento e Crotone. Lo 0-0 dell’ultimo turno – proprio contro i pitagorici – è stata la prima partita nella quale il Torino è riuscito a non subire gol, ma anche la seconda (dopo quella d’esordio contro la Fiorentina) nella quale non è riuscita ad andare in gol.



Probabili formazioni Inter-Torino

Conte dovrà rinunciare agli infortunati Sensi e Vecino, mentre sono fuori a causa della positività al Covid Kolarov, Brozovic e Padelli. In porta ci sarà Handanovic, in difesa invece dovrebbero giocare Skriniar, de Vrij e Bastoni anche se D’Ambrosio e Ranocchia potrebbero prendere il posto di qualcuno dei precedenti. Sugli esterni di centrocampo dovrebbero esserci Hakimi a destra e Perisic a sinistra – Darmian e Young potrebbero farli riposare in vista dell’impegno di Champions League con il Real Madrid – mentre centralmente dovrebbero giocare Gagliardini e Vidal. Sulla trequarti dovrebbe essere schierato Barella anche se potrebbe esserci una nuova opportunità dal primo minuto per Eriksen che verrebbe schierato o al posto dell’ex cagliaritano oppure al posto del cileno con Barella che scalerebbe a centrocampo. In attacco invece ritornerà Lukaku dal primo minuto che farà coppia con uno tra Lautaro Martinez e Sanchez, entrambi di ritorno dagli impegni sudamericani con le rispettive nazionali.

Unico indisponibile per Giampaolo sarà Baselli che è ancora alle prese con l’infortunio subìto nel finale dello scorso campionato. A difendere i pali dei granata ci sarà Sirigu, mentre in difesa dovrebbero giocare Vojvoda a destra con Rodriguez a sinistra – con Singo e Izzo che potrebbero impensierirli – invece centralmente la coppia dovrebbe essere quella composta da Bremer e Lyanco . A centrocampo dovrebbero giocare Meitè, Rincon e Linetty, invece Lukic dovrebbe essere schierato come trequartista alle spalle delle due punte. Possibile anche l’utilizzo di Gojak – che ha fatto bene negli impegni con la propria Nazionale – come trequartista con Lukic che in questo caso indietreggerebbe a centrocampo, e uno tra Rincon e Meitè che sarebbero dirottati verso la panchina. La coppia d’attacco sarà formata dal capitano Belotti che dovrebbe far reparto con Verdi, anche se Bonazzoli e Zaza premono per giocare dal primo minuto.

Inter (3-4-1-2): Handanovic; Skriniar, de Vrij, Bastoni; Hakimi, Gagliardini, Vidal, Perisic; Barella; Lukaku, Martinez. All. Conte

Torino (4-3-1-2): Sirigu; Vojvoda, Bremer, Nkoulou, Rodriguez; Meitè, Rincon, Linetty; Lukic; Belotti, Verdi. All. Giampaolo


Precedenti Inter-Torino

Le due squadre si sono affrontate 152 volte nella storia della Serie A, con un bilancio di 67 vittorie per l’Inter, 49 pareggi e 36 successi per il Torino. Sono solo 11 però le vittorie granata al Meazza, e addirittura negli ultimi 30 anni solo in due occasioni sono riusciti a portare a casa i tre punti in trasferta. Però l’Inter ha vinto solo quattro degli ultimi dieci precedenti in casa, con due sconfitte e quattro pareggi.

Nella passata stagione entrambe le partite sono terminate con la vittoria dell’Inter che si è imposta per 3-0 nella gara d’andata fuori casa con le reti di Martinez, Lukaku e de Vrij. Al ritorno al Meazza i nerazzurri hanno vinto per 3-1 in rimonta, infatti dopo il vantaggio iniziale di Belotti hanno ribaltato il match con i gol nel secondo tempo di Young, Godin e Martinez.