Il pensiero di un tifoso:"Un brand in discesa" - IL TORO SIAMO NOI
Il pensiero di un tifoso:"Un brand in discesa" - IL TORO SIAMO NOI
Il pensiero di un tifoso:"Un brand in discesa" - IL TORO SIAMO NOI
Il pensiero di un tifoso:"Un brand in discesa" - IL TORO SIAMO NOI
Il pensiero di un tifoso:"Un brand in discesa" - IL TORO SIAMO NOI
Il pensiero di un tifoso:"Un brand in discesa" - IL TORO SIAMO NOI

Il pensiero di un tifoso:”Un brand in discesa”

Parlare ora del Torino , si rischia non solo di essere ripetitivi, ma, soprattutto, sempre più inascoltati. Una delle massime conseguenze di questa situazione, tutta negativa, è rappresentata da una sempre maggiore disaffezione verso la propria squadra di riferimento.
Il che, per un brand storico come quello granata, diviene un brutto segnale. Oramai diviene quasi stucchevole ritirar fuori la tradizione, la passata gloria sportiva, il riferimento storico che si affianca alle vicissitudini dell’Italia di una certa epoca. Ma ripeto, non sentirselo più come strumento di rivalsa oltreché di profondo orgoglio identitario, favorisce un sentimento di oblio sempre più irreversibile.
E alle nuove generazioni che rimane di tutto ciò mai vissuto?
E se la generazione “antica” insieme a quella più recente non riesce più, nell’ordine, a inorgoglirsi e a coltivare concrete speranze, come lo si vorrebbe giudicare quindi questo passaggio “infinito”?
Illusorio se pensiamo ai tre lustri dell’era di papa Urbano?
Oppure… avverso se pensiamo ai 44 anni dall’ultimo traguardo importante (1976 ) ?
E’ un altro mondo, mi rispose un giorno un giovane addetto ai lavori. Quasi a volermi compatire per aver troppo insistito su certi temi. Eh già, sono in “fuorigioco” mi chiedo. Sono giocate antiche le mie!
E in tutta questa deriva inarrestabile non si può escludere che un baro destino giochi ancor oggi con il colore di queste maglie. Ma se non vogliamo essere degli ingenui fatalisti, cerchiamo di non allontanarsi troppo dagli assunti che se pur in “fuori gioco” garantiscono ancora la voglia di ricominciare.

Di Adrian