Ranieri: “campionato falsato, i giocatori contagiati non recuperano come prima”

La Sampdoria si prepara in vista della sfida con l’Inter a San Siro. Claudio Ranieri lavora intensamente a Bogliasco, consapevole che questo inedito finale di stagione sarà pieno di insidie. La Samp è stata una delle squadre più colpite dal coronavirus con almeno undici giocatori contagiati, fortunatamente senza gravi ripercussioni. Il tecnico ha rilasciato una lunga intervista al Secolo XIX dove ha affrontato vari argomenti, tra questi proprio il tema covid: Qualcuno ha bisogno di più secondi per recuperare rispetto a prima. In un ritmo di partita alto ecco che questo calciatore viene a soffrire. Non sappiamo bene quanto coinvolge cuore o polmoni. Gli esami richiesti dal protocollo sono stati superati da tutti. Evidentemente però ci sono forme di allenamento che devono ancora tornare a sopportare meglio. Già quando si gioca ogni 3 giorni non posso utilizzare sempre gli stessi, in più devo considerare anche questo aspetto”.

Fra pochi giorni ripartirà il cammino della Sampdoria. Prima a San Siro contro l’Inter e poi subito la Roma: “Diciamo che questa doppietta ci sveglierà subito e ci permetterà di andare in forma. Come tutte le squadre, finora ci siamo solamente allenati tra di noi e non sappiamo a che punto siamo. Lo scopriremo affrontando gli avversari. Ci aspetta uno spicchio di campionato dai contorni sconosciuti e onestamente anche falsato, con quello che è successo. In ballo ci sono enormi interessi e dobbiamo finirlo. Lo hanno capito i tifosi, lo hanno capito tutti quanti… perciò, finiamolo”.

COMMENTA L'ARTICOLO