"Juventus, sponsorizzazioni a FIGC e Arbitri dalla Exor,due procure stanno indagando" - IL TORO SIAMO NOI
"Juventus, sponsorizzazioni a FIGC e Arbitri dalla Exor,due procure stanno indagando" - IL TORO SIAMO NOI
"Juventus, sponsorizzazioni a FIGC e Arbitri dalla Exor,due procure stanno indagando" - IL TORO SIAMO NOI
"Juventus, sponsorizzazioni a FIGC e Arbitri dalla Exor,due procure stanno indagando" - IL TORO SIAMO NOI
"Juventus, sponsorizzazioni a FIGC e Arbitri dalla Exor,due procure stanno indagando" - IL TORO SIAMO NOI

“Juventus, sponsorizzazioni a FIGC e Arbitri dalla Exor,due procure stanno indagando”

Sia i magistrati di Roma che di Milano indagano sulla Juventus: le parole di Roberto Iacono ai microfoni di Radio Amore Campania.

Nuove clamorose rivelazioni giungono dall’avvocato Roberto Iacono, legale dei colleghi Filippo Pucino e Massimiliano De Gregorio, promotori di un esposto all’autorità giudiziaria relativo al possibile conflitto di interessi che si celerebbe dietro le sponsorizzazioni alla Figc ed all’Aia (associazione italiana arbitri) da parte della Fiat e più in generale della Exor, società che controlla la Juventus. Intervenuto ai microfoni di Radio Amore Campania, nel corso della trasmissione “I Tirapietre” condotta da Luca Cirillo e Donato Martucci, il legale, rispondendo ad una domanda precisa del giornalista e scrittore Paolo Trapani, ha affermato: “In questo momento ciò che sappiamo è che vi è una indagine in corso alla Procura della Repubblica di Roma. L’indagine, partita da Napoli, per competenza è stata trasferita nella capitale”. 

Poi Iacono ha aggiunto: “Riteniamo che ci sia un illecito sportivo. E secondo me non è l’unica indagine in corso. Credo che ci sia anche la procura di Milano. Il fascicolo è stato aperto nel 2018. Nel nostro esposto abbiamo indicato una serie di informazioni che ad oggi restano attuali”. Quali possono essere gli sviluppi delle indagini è difficile prevederlo, ma sicuramente la stagione calcistica che nel 2018 vide assegnare lo scudetto alla Juventus continua a mietere veleni e polemiche. “Nell’esposto – ha inoltre spiegato l’avv. Iacono – abbiamo evidenziato il conflitto di interessi e specificato come vi sia un divieto formale e sostanziale. Parliamo di società quotate in borsa e abbiamo verificato cosa accade in borsa con i titoli vinti dalla Juventus e cosa accade sul mercato azionario”.