La Premier League vorrebbe usare finti cori da stadio

Alcuni titolari dei diritti televisivi a livello globale stanno pianificando di trasmettere le future partite a porte chiuse con finti cori da stadio in sottofondo, progettati per migliorare la qualità di produzione degli incontri.

Come spiega SportsPro, le società di Premier League avrebbero discusso la questione nella riunione più recente. Paul Barber, amministratore delegato del Brighton, ha rivelato alcune delle idee del suo club sui match senza tifosi, da modifiche dell’aspetto dei posti a sedere fino ai cori da stadio.



L’Australian Football League (AFL) ha già detto invece che sta prendendo in considerazione l’implementazione di una colonna sonora artificiale nelle sue trasmissioni.

A tal proposito, la startup ChampTrax con sede a Toronto ha sviluppato una piattaforma per portare allo stadio una riproduzione del tifo da parte degli appassionati che seguono da casa. L’app HearMeCheer unisce l’input dai microfoni di smartphone, tablet e computer prima di convertirli in rumori da stadio utilizzando degli algoritmi.




Una versione di questa applicazione è stata testata durante le partite della Chinese Professional Baseball League a Taiwan, e il fondatore di ChampTrax, Elias Andersen, afferma di aver parlato con diverse emittenti televisive e con due dei quattro principali campionati statunitensi.

Fonte calcioefinanza


COMMENTA L'ARTICOLO