Coronavirus,Lukaku:”A dicembre eravamo tutti malati”

Il tema coronavirus è ancora purtroppo di grande attualità: nel corso di una diretta social Romelu Lukaku ha affrontato il discorso rivelando la preoccupante situazione dello spogliatoio nerazzurro di qualche mese fa, quando ancora l’epidemia non aveva fermato il mondo del calcio.

Intervistato da Kat Kerkhofs sulla pagina ‘Instagram’ di ‘Vier’, l’attaccante dell’Inter torna con il pensiero a gennaio, quando la squadra di Conte ospitò il Cagliari.“Abbiamo avuto una settimana libera a dicembre. Siamo tornati e, giuro, che 23 giocatori su 25 erano malati. Non è uno scherzo. Abbiamo giocato in casa contro il Cagliari di Radja Nainggolan e dopo 25 minuti uno dei nostri difensori (Milan Skriniar, ndr) ha dovuto lasciare il campo. Non poteva andare avanti e quasi svenne. Tutti tossivano e avevano la febbre”.

Nessuna certezza, ma il sospetto di aver contratto il virus è più che mai vivo per Lukaku:

“Quando mi sono riscaldato, sono diventato molto più caldo del solito. Non avevo la febbre da anni. Dopo la partita c’era un’altra cena con gli ospiti di Puma in programma, ma ho ringraziato e sono andato dritto a letto. Non abbiamo mai fatto test per il Covid-19 in quel momento, quindi non lo sapremo mai con certezza”.


COMMENTA L'ARTICOLO