Coronvirus, Berenguer: «Noi calciatori dobbiamo aiutare chi ne ha più bisogno»

Alex Berenguer ha parlato al El Mundo del difficile momento che sta attraversando l’Italia. Queste le parole dell’esterno del Toro

Alejandro Berenguer ha raccontato al quotidiano El Mundo il periodo difficile che si vive in Italia a causa dell’epidemia da coronavirus. Le parole del giocatore del Toro.

CORONAVIRUS – «Non vedo nessuna persona per la strada, è tutto vuoto, e adesso il calcio non conta più, è passato in secondo piano. Le cose più importanti ora sono la vita, le persone e coloro che rischiano la propria vita per salvare quella degli altri».

CALCIATORI – «Alla fine noi giocatori di calcio siamo fortunati dal punto di vista economico, per cui dobbiamo in qualche modo aiutare la gente che è meno fortunata».

PASSAGGIO AL TORO – «Un giorno ero a casa e mi chiamò Sirigu, con il quale avevo giocato all’Osasuna, e mi disse che sarebbe andato al Toro. Provò a convincermi ad andare al Toro insieme a lui, disse che c’erano brave persone. E aveva pienamente ragione».


COMMENTA L'ARTICOLO