Serie A: si valutano i cinque cambi

Chissà se l’idea che sta circolando in queste ore sarà attuata. In tal caso si tratterebbe di una vera e propria rivoluzione per il calcio. La Fifa e l’Ifab, infatti, vista la possibile ripresa delle danze inevitabilmente vincolata da un gran numero di partite da disputare in tempi estivi ristretti, stanno valutando (per completare questa stagione, in futuro ancora da valutare l’ipotesi) di consentire 5 sostituzioni a partita per le squadre, stando a La Gazzetta dello Sport.

STATISTICHE PARTICOLARI

Avere a disposizione nei 90′ di gara cinque cambi, divisi sempre in tre slot per evitare continue perdite di tempo, potrebbe condizionare le sorti di una partita. Agevolerebbe con tutta probabilità le grandi squadre, che hanno una panchina più lunga e potrebbero disporre di maggiori frecce al loro arco.

In un campionato che sinora premia l’Atalanta tra le compagini che hanno sfruttato maggiormente l’apporto dei subentranti. Come scritto nell’edizione odierna de La Gazzetta, la Dea è la squadra che pesca più reti dalla panchina (14, secondo è il Verona con 9 gol), di cui la metà portano la firma di Luis Muriel, lo specialista e una sorta di 12esimo uomo per gli orobici. Maurizio Sarri, invece, è l’allenatore che regala il maggior minutaggio ai suoi panchinari, usufruendo dell’abbondanza della rosa juventina. I subentrati bianconeri hanno totalizzato per ora 1938′, circa un centinaio in più di quelli della Sampdoria, la seconda in questa particolare graduatoria con 1831′ raccolti. Al podio delle due specifiche graduatorie ci sono il Parma, con 8 reti marcate dai panchinari, di cui 5 dal bomber di scorta Cornelius, e il Lecce, con Liverani che ha concesso a tutti i suoi panchinari 1818′ totali. Mentre in coda alle squadre che hanno realizzato meno gol grazie ai giocatori subentrati c’è la Spal, con nessuna rete da segnalare. L’Inter poi, è la formazione di Serie A che regala meno minuti ai panchinari  (1274′).


COMMENTA L'ARTICOLO