Rcs-Blackstone: slitta la decisione


Slitta la decisione sull’arbitrato in corso tra Rcs e Blackstone sulla vendita dell’immobile di Via Solferino, contestata dopo l’arrivo di Urbano Cairo alla guida del gruppo proprietario del Corriere della Sera. “In data 2 marzo 2020, il termine di deposito del lodo è stato prorogato fino al 29 maggio 2020”, fatte salve “proroghe eventualmente derivanti da provvedimenti assunti in ragione dell’attuale emergenza sanitaria”, si legge nel progetto di bilancio depositato da Rcs.

In merito alla causa intentata da Blackstone nei confronti di Rcs e di Cairo davanti alla Corte Suprema di New York, e sospesa in attesa dell’arbitrato, Rcs (che ha accordato una manleva al suo presidente) conferma di ritenere che “non sussistano i presupposti per l’iscrizione di fondi rischi”.
Rcs ha chiesto alla Camera arbitrale di Milano di riconoscere la nullità della vendita, avvenuta, secondo Cairo, a condizioni inique per Rcs a causa delle cattiva condizioni finanziarie in cui versava il gruppo nel 2013, mentre Blackstone ha chiesto alla Suprema Corte di New York i danni per l’azione avviata da Rcs, che, a suo dire, avrebbe anche fatto saltare la vendita dell’immobile ad Allianz Real Estate.

Fonte primaonline


COMMENTA L'ARTICOLO