Emergenza Coronavirus: in sette lasciano l’Inter,la stagione ormai sembra conclusa


Continua senza sosta l’emergenza Coronavirus. Intanto, nella giornata di ieri si è tenuto il Consiglio in Lega, per valutare le diverse ipotesi da considerare in merito a questa stagione sportiva di Serie A. Tante le voci, ma ripartire a maggio sembra quasi impossibile visti i numeri da brividi che continuano ad esserci in Italia ogni giorno. Intanto, per l’Inter la stagione è terminata qua. Il club nerazzurro concede il ritorno in patria di 7 calciatori e nelle prossime ore altri ancora potrebbero partire per essere inutilizzabili per almeno un mese. Questo fa pensare dunque ad una stagione ormai conclusa.

Sono 7 i giocatori nerazzurri che hanno lasciato l’Italia per rientrare nei rispettivi paesi di origine. Come riporta il Corriere dello Sport, dopo Brozovic, si sono accodati Handanovic, Lukaku, Young, Moses, Eriksen e Godin. Il club ha deciso di non trattenere nessuno in un momento così delicato, con i calciatori che vorrebbero stare vicino i propri familiari il più possibile. Nei prossimi giorni l’Inter darà il via libera agli altri calciatori che avranno voglia di andare via. In questi giorni il club ha distribuito mascherine e disinfettanti per tutti e la tabella per gli allenamenti che proseguiranno a distanza. L’Inter ritiene con questa scelta decisamente lontana l’eventuale ripresa della stagione. I calciatori andati via dovranno restare 15 giorni in isolamento nel loro paese e altrettanti 15 in Italia al loro rientro, per un minimo di almeno un mese senza essere a disposizione di Antonio Conte. Un periodo troppo lungo per considerare ad una ripresa del campionato italiano in questa stagione.


COMMENTA L'ARTICOLO