Crac Auxilium: arrestato l’ex presidente granata Goveani

Roberto Goveani,ex presidente del Torino Calcio

La guardia di finanza di Torino ha arrestato quattro persone nell’ambito dell’inchiesta sul fallimento dell’Auxilium Basket, la società sportiva torinese dichiarata fallita dal tribunale il 17 giugno 2019.

 L’inchiesta è coordinata dal pubblico ministero Ciro Santoriello della procura di Torino. Tra gli indagati per il crack della società sportiva figurano anche il notaio Antonio Forni di Caluso (ex presidente dell’Auxilium) e Massimo Feira di Rivarolo Canavese, già presidente di FinPiemonte. Gli inquirenti contestano false compensazioni per un milione e mezzo di euro e l’utilizzo di crediti inesistenti in compensazione. 

 

Sono complessivamente dodici gli indagati per il crack della società sportiva. I reati ipotizzati, a vario titolo, sono bancarotta fraudolenta, distrazioni e indebite compensazioni.


L’ex presidente del Torino Calcio, Roberto Goveani, alla guida della società granata nel 1993, è stato arrestato dalla Guardia di finanza per il crac della pallacanestro Auxilium, fallita lo scorso maggio.


La Procura di Torino ha inoltre iscritto nel registro degli indagati otto persone, fra cui il figlio di Goveani, Umberto. Per tutti i reati contestati sono, a vario titolo, bancarotta fraudolenta, distrazioni e indebite compensazioni per circa 1,5 milioni di euro. 


COMMENTA L'ARTICOLO