Lecce-Toro: la pagella granata

Salvatore Sirugu

Sirigu 7 – Altra prestazione monstre per il portiere sardo che permette alla squadra granata di uscire dal Via del Mare con un passivo meno pesante di quello che sarebbe potuto essere.

Bremer 4.5 – Neanche lui si salva da una partita del genere. Barak e Saponara fanno più o meno quello che vogliono dalle sue parti e il rigore del 4-0 lo causa lui con un intervento ingenuo.

N’Koulou 5 – Lapadula è un avversario scomodo per tutto il match e l’ammonizione dei primissimi minuti di gioco lo costringe spesso a trattenersi.

Djidji 4.5 – L’episodio che fotografa la sua prestazione è il rinvio svirgolato che regala il secondo gol al Lecce. Lascia il campo per Edera poco dopo l’inizio del secondo tempo.

Ola Aina 5 – Mai in partita, non sembra poter incidere sia in fase offensiva che in fase difensiva. In occasione del secondo gol è lui a dare il via all’azione del Lecce con un rinvio a campanile disastroso.

Meité 5 – La voglia di lottare non gli manca, ma spesso non riesce a controllarsi e il cartellino giallo arriva dopo pochi minuti di partita. Questo penalizza molto il suo match e consegna le chiavi del centrocampo ai giallorossi.

Rincon 5.5 – Che non sia la serata dei granata lo si capisce anche da lui: poco incisivo, perde qualche pallone di troppo, ma soprattutto mai in grado di arginare le sortite offensive dei giallorossi.

De Silvestri 5.5 – Di provarci, sicuramente è uno dei pochi che ci prova, ma è una delle vittime dell’atteggiamento generale della squadra. Nel primo tempo trova anche il gol con una deviazione vincente, ma il VAR annulla tutto per fuorigioco.

Berenguer 6 – Uno dei pochissimi sufficienti del match. Confermando le ultime prestazioni, non pensa neanche per un attimo di lasciarsi andare allo sconforto e prova in tutti i modi a impensierire la difesa salentina.

Verdi 5 – Non vuole essere un voto punitivo, ma nei suoi 24 minuti di partita non si fa vedere mai e il Torino soffre terribilmente. Lascia il campo per un problema al flessore.

Belotti 6 – Non c’è molto da dire sulla sua prestazione: tagliato fuori dal gioco da una squadra che non sembra proprio voler giocare la partita, nell’unica occasione che ha di tirare verso la porta, il Torino trova il gol con De Silvestri che poi il VAR annulla per fuorigioco.

Millico 6 – Poco meno di 70 minuti per il giovane attaccante granata che prova a metterci del suo, senza però riuscire a incidere, colpa anche di una squadra che frequenta poco la trequarti avversaria.

Edera 6 – Mazzarri vuole cercare di dare la scossa mettendolo al posto di Djidji, ma non può nulla neanche lui per questo Torino.

Lyanco 6 – Come per Edera, il suo ingresso servirebbe per mettere più grinta al centrocampo, ma c’è poco da fare stasera.

COMMENTA L'ARTICOLO