Toro-Inter: la pagella granata


Sirigu 6,5 – Nel primo tempo è fenomenale su Lukaku e bravo su Barella. Sui primi due gol dell’Inter può oggettivamente poco, sul terzo resta qualche dubbio anche se Lukaku fa passare il pallone fra le gambe di Bremer.

Izzo 5 – In occasione del vantaggio nerazzurro perde in maniera netta il duello in velocità con Lautaro Martinez, rete che di fatto indirizza l’andamento della gara. Prova a farsi vedere in avanti ma con scarsi risultati.

Nkoulou 5 – Sul primo gol appare leggermente fuori posizione, mentre negli altri due non sembra direttamente coinvolto. Ma partecipa attivamente agli svarioni collettivi del reparto.

Bremer 5 – Inizia piuttosto bene, con chiusure fisiche e tempestive. Piano piano perde un po’ la bussola come tutta la retroguardia granata e in occasione della terza rete di Lukaku è fin troppo morbido nella chiusura. (dal 56′ Ola Aina 6 – Entra molto bene in partita. Prova a suonare la carica con un paio di azioni personali importanti. Ma viene seguito poco dai compagni).

De Silvestri 5 – Nel primo tempo è il giocatore del Torino più pericoloso, ma Handanovic gli nega il gol con un grande intervento. Per il resto incide pochissimo sulla partita.

Meité 4,5 – Prova a rendersi utile con la sua fisicità in mezzo ad un campo pesantissimo. Sul raddoppio di De Vrij è protagonista in negativo: i granata difendono a zona, ma lui perde completamente De Vrij, lasciandolo libero di segnare.

Lukic 5,5 – Uno degli ultimi a mollare. Ci prova andando a lavorare tanti palloni per i suoi. Aiutato poco dal movimento degli attaccanti, finisce senza lasciare particolari tracce.

Baselli 5,5 – Nel primo tempo sembra abbastanza nel vivo del gioco, provando sempre a dare qualità alla manovra granata. Si perde col passare dei minuti come tutta la squadra. (dal 71′ Berenguer 5 – Chiamato per provare a cambiare quantomeno il risultato, non si vede praticamente mai).

Ansaldi 6 – Il migliore del Torino. A sinistra spinge in modo costante, mettendo in mezzo cross invitanti mai sfruttati dai compagni. Anche nella ripresa è l’ultimo a mollare.

Verdi 5,5 – Porta un po’ di qualità alla manovra, specialmente nel primo tempo. Ma alla fine dei giochi incide davvero troppo poco, col Toro che si rende pericoloso solo in occasioni sparse.

Belotti sv (dal 12′ Zaza 5 – Entra a freddo e questo probabilmente pesa, soprattutto con una giornata del genere a livello meteo. Mai pericoloso, coinvolto poco nel gioco della squadra).


COMMENTA L'ARTICOLO