Tutte le scuse di Mazzarri: le migliori perle della carriera


Dalla sfortuna al “campo pesante”, poi: “ho sbagliato a mettere un altro attaccante, Zaza”. Mazzarri già poco prima di venire esonerato dall’Inter se la prese con la pioggia, 5 anni fa, dopo un pari interno col Verona e stavolta se l’è presa col campo, infatti, almeno tre o quattro volte lo ha ripetuto nelle interviste. Poi anche l’autocritica, inaspettata peraltro commenta Tuttosport, sull’ingresso di Zaza: “In 10 contro 11 ho cercato ugualmente di vincere la partita rischiando, mettendo un attaccante in più E ho sbagliato, perché poi la difesa ha sofferto troppo e abbiamo anche preso il 2 a 1, alla fine”.

Su internet spopolano le scuse di Mazzarri e sui social network ha scatenato la bufera. Ecco una selezione delle migliori scuse utilizzate da Mazzarri in carriera.

1.”Siamo in emergenza, i ragazzi sono calati. E poi ha anche cominciato a piovere…”. Dopo Inter-Verona 2-2.

2.”Il campo era scivoloso e eravamo stanchi, abbiamo finito con un ragazzo della Primavera”. In Europa League contro il St Etienne.

3.”Abbiamo sbagliato tanti contropiede per la fretta di andare in porta. Non siamo sereni e quindi poco lucidi” dopo la vittoria a Cesena.

4.”Ci sono giocatori che in questo periodo dell’anno non reggono tre partite consecutive” dopo Inter-Cagliari.

5.”Purtroppo non abbiamo segnato quando dovevamo farlo” dopo il pareggio a Palermo.

6.”Il Torino aveva il pubblico dalla sua. Avevo scelte obbligate” alla prima giornata di campionato a Torino.

7.”Parlo a livello statistico: è possibile che quando gli episodi sono contro di noi si vedono e quando sono a nostro favore invece non si vedono mai?” a marzo dopo la sfida con l’Udinese.

8.”Contro l’Atalanta abbiamo sbagliato l’impossibile in zona gol, abbiamo preso 3 pali, forse 4… E abbiamo preso go da una punizione che non c’era all’ultimo minuto» dopo il ko con l’Atalanta dello scorso campionato.

9.”Il mio preparatore atletico non sbaglia mai. Purtroppo questa estate non aveva i giocatori a disposizione perchè sono tornati troppo alla spicciolata” quest’estate nel precampionato.

10.”Prestazione da dimenticare. Purtroppo mezza squadra era influenzata, 4-5 avevano la febbre e uno ha giocato con la diarrea” nella stagione 98/99 con il Napoli era il vice di Ulivieri.

11.”Partita stregata,il campo era pesante,era una sconfitta scritta,la SPAL farà soffrire molti”
Dicembre 2019 sconfitta del Toro contro l’ultima in classifica.


COMMENTA L'ARTICOLO