Udinese-Toro: la pagella granata


Sirigu 6,5: tiene a galla i compagni fino all’ultimo minuto. Eterno.

Izzo 5: partita da dimenticare per il centrale granata; il gol nasce dalle sue parti, non riesce a reagire.

Nkoulou 5,5: il più solido della retroguardia; il suo reintegro in rosa può essere prezioso per Mazzarri.

Lyanco 5,5: fisicamente Okaka lo mette in difficoltà, il difensore brasiliano non riesce a controllarlo.

Ansaldi 5,5: nella prima frazione di gara è più lucido, poi Mazzarri lo cambia di fascia e lui va in difficoltà.

Baselli 5: in mezzo al campo si vede poco o nulla, Jajalo e De Paul lo mettono in crisi.

Lukic 5: uno dei peggiori del centrocampo granata, Mazzarri lo toglie dopo appena 45’ di gioco per far spazio a Zaza.

(dal 1’ s.t. Zaza 6: non basta il suo ingresso per cambiare la partita; ci prova in mezzo alle maglie bianconere)

Rincon 6: come al solito tanta corsa e grinta davanti alla difesa; uno dei più positivi.

Laxalt 5,5: potrebbe spingere di più sulla corsia di sinistra; timido nel primo tempo, stanco nella ripresa.

(dal 39’ s.t. Millico sv)

Verdi 5: mai pericoloso dalle parti di Musso, l’unico tiro effettuato finisce nella curva dei tifosi dell’Udinese.

(dal 16’ s.t. I. Falquè 6: porta vivacità all’attacco granata)

Belotti 5,5: l’unico tiro nello specchio della porta friulana porta la sua firma; troppo isolato nel corso del primo tempo.

All. Mazzarri 5: non riesce a confermare la striscia positiva con cui il Toro si presentava al Friuli; esce a mani vuote, nonostante i cambi offensivi.


COMMENTA L'ARTICOLO