Inchiesta patenti comprate: usato il nome di un granata


C’è anche Simone Zaza tra i protagonisti della vicenda svelata da Il Mattino: il quotidiano, infatti, parla di patenti truccate e comprate in Campania. E, nei nomi spuntati tra le intercettazioni, c’è anche quello dell’attaccante granata. “Zaza nel mirino, ha pagato settemila euro” il titolo del giornale in edicola. All’epoca dei fatti, si parla del 2015, l’attaccante giocava nella Juventus.

Uno degli indagati per le patenti vendute a Caserta, in una intercettazione, si vanta citando il calciatore Simone Zaza e dice che anche lui si sarebbe rivolto al gruppo. A quelle parole non ci sono però riscontri: il calciatore non è indagato ed è anzi vittima.

Nelle intercettazioni dell’indagine sulla cricca delle “patenti facili” che ha portato all’esecuzione di 13 arresti (con 49 indagati a piede libero) a Caserta compare anche il nome del calciatore di Serie A Simone Zaza, con un passato alla Juventus e ora al Torino. Lo cita al telefono, intercettato, uno degli indagati, che si vanta dicendo che lo sportivo lo avrebbe contattato per una patente truccata.

Il calciatore non è indagato e a quella intercettazione non c’è nessun tipo di riscontro.


COMMENTA L'ARTICOLO