Toro-Lecce: la pagella granata


Sirigu 5,5 – Respinta non particolarmente felice quella che porta alla ribattuta di Farias che vale il vantaggio del Lecce. Stesso discorso per la rete di Mancosu.

Izzo 6,5 – Nonostante i due gol presi, il difensore della Nazionale è uno dei migliori dei suoi.

Bonifazi 5,5 – Bene nelle chiusure, ma macchinoso palla al piede.

Djidji 5 – Troppo lezioso in alcune situazioni, mentre in altre spazza forse un po’ troppo presto.

De Silvestri 5 – Prestazione opaca del pendolino di Walter Mazzarri, impreciso anche sotto porta. Dall’80’ Laxalt S.V.

Meite’ 5– Si fa vedere poco e non è travolgente come al solito con le sue progressioni.

Rincon 5,5 – Tanta interdizione, ma la qualità, stasera più che mai, latita.

Baselli 5,5 – Qualche spunto interessante, ma non basta, spesso esce troppo dal gioco della sua squadra. Dal 72′ Verdi 5 – Entra e sembra già avere il linguaggio del corpo sbagliato per una partita del genere, e i risultati si vedono in campo, l’ex Napoli non brilla.

Ola Aina 6 – Fisicamente il migliore, soltanto dalla sua fascia arrivano azioni pericolose.

Berenguer 5 – Un giallo e poco più, gara da dimenticare. Dal 46′ Zaza 6 – Questo Torino ha bisogno dell’attaccante ex Valencia, bravo a portare sempre il dinamismo giusto.

Belotti 6,5 – Dinamico e freddo dal dischetto e per il Gallo non è una consuetudine.

All. Mazzarri 5 – Un Toro chiamato al salto di qualità contro il Lecce. Viene però imbrigliato dall’ordine tattico di Fabio Liverani e del suo Lecce.


COMMENTA L'ARTICOLO