Zaza:”Sono un professionista,mica un tifoso della Juve”


Simone Zaza ha rilasciato lunga intervista inserita nello speciale che ‘La Gazzetta dello Sport’ dedica al Toro. Come svela l’attaccante di Policoro, decisivo per dire sì nel 2018 è stato un colloquio con Andrea Belotti.

Aveva letto sulla stampa che il capitano poteva essere sul mercato e così l’ha chiamato: “Gallo non muoverti da lì che se torno in Italia scelgo il Toro: non faremo mica che arrivo io e te ne vai tu?…”, gli aveva detto. E a giugno di quest’anno era ad un bivio: andarsene in una squadra dove molto probabilmente sarebbe stato titolare, oppure restare per dimostrare di avere le qualità giuste per il Toro. Alla fine ha prevalso la seconda ipotesi, “l’orgoglio e anche il senso di riconoscenza nei confronti del presidente che mi ha sempre incoraggiato a tenere duro”.

Il secondo passaggio è legato al suo passato juventino. Per lui nessun dubbio nel dire sì al Toro nonostante in bianconero avesse vinto lo scudetto e giocato in Champions: “Faccio il calciatore, non il tifoso della Juve, e difatti qui sono stato accolto benissimo”.


Annunci

COMMENTA L'ARTICOLO