Addio Vincenzo,il calzolaio del Toro


Vincenzo Bevilacqua, classe ’23, ribattezzato “Il calzolaio del Toro”, dopo aver chiuso la sua storica bottega, ha regalato alcuni cimeli, come le scarpe del mitico portiere del grande Toro, Valerio Bacigalupo.Ha tenuto aperta la sua bottega che si trova davanti allo stadio Filadelfia, da poco ristrutturato. Proveniente da Melfi, il ciabattino arrivò nel capoluogo piemontese due giorni dopo la tragedia di Superga. Ha lavorato per anni alla Fiat e aveva l’hobby di riparare le scarpe, fino a quando, nel 1980, decise di aprire la sua bottega. Una bottega frequentata dai giocatori del Torino. In tutti questi anni il suo laboratorio si è riempito di cimeli: autografi, palloni e soprattutto scarpe. “Chiudo, ma alcuni cimeli ho voluto regalarli” ha dichiarato Vincenzo. “Ad esempio ho lasciato le scarpe di Bacigalupo al vicino bar di via Filadelfia”.

«Era una persona buona, affabile, amica di tutti e disposta sempre ad aiutare – ricorda il figlio Rocco – ha anche fondato il gruppo donatori Avis Fiat. Negli ultimi anni ha vissuto una lunga malattia, ma è sempre stato lucido. Ovviamente, è rimasto fino alla fine un tifoso granata». Il funerale questa mattina alle 10.30 alle Molinette: è prevista anche la partecipazione della tifoseria, che lo considerava una sorta di “mito”.

Fonte cronaca qui

Loading...

COMMENTA L'ARTICOLO