Ore d’ansia per Sinisa Mihajlovic


Ore d’ansia per Sinisa Mihajlovic e per il mondo del calcio. L’allenatore del Bologna in serie A, portato alla salvezza la scorsa stagione, è costretto a fermarsi per gravi motivi di salute. Almeno così sostiene il Corriere dello Sport in un articolo a firma di Ivan Zazzaroni.

Gli esami clinici, scrive il quotidiano sportivo in prima pagina, evidenziano la necessità di una terapia d’urto per il tecnico serbo 50enne ex di diverse squadre di serie A, tra cui anche la Lazio, il Milan, la Fiorentina,Sampdoria e Toro . La prima pagina è stata mostrata nelle rassegna stampa notturne sportive. Già venerdì, l’allenatore aveva saltato ufficialmente per una influenza la prima giornata di allenamenti del suo Bologna nel ritiro estivo di Castelrotto. Sabato avrebbe dovuto cominciare a lavorare, invece questa notizia choc che scuote tutto il mondo del calcio che già si è unito negli auguri di pronta guarigione al guerriero Mihajlovic. Su Twitter già lanciato l’hashtag #forzasinisa.

Tutta la preoccupazione è nata già qualche giorno fa, quando l’allenatore serbo non ha seguito il resto della squadra per l’inizio del ritiro a Castelrotto. Ha rinviato più volte la partenza a causa della febbre.

Mihajlovic raggiungerà il Trentino-Alto Adige probabilmente stasera e, da quello che filtra, spiegherà lui stesso in conferenza stampa il suo stato di salute. Sinisa si sta sottoponendo ad alcune indagini cliniche specifiche, che dovrebbero portarlo ad una sosta forzata ai box.

Una mazzata clamorosa per il Bologna e per tutti i giocatori. Ma soprattutto per Sinisa Mihajlovic, a cui auguriamo una pronta guarigione in attesa di notizie più dettagliata. Ma, visto il suo carattere, non abbiamo dubbi su come affronterà questo difficile periodo della sua vita.


COMMENTA L'ARTICOLO