Cairo:"4 maggio è dolore e amore,al Derby daremo tutto" - IL TORO SIAMO NOI
Cairo:"4 maggio è dolore e amore,al Derby daremo tutto" - IL TORO SIAMO NOI
Cairo:"4 maggio è dolore e amore,al Derby daremo tutto" - IL TORO SIAMO NOI
Cairo:"4 maggio è dolore e amore,al Derby daremo tutto" - IL TORO SIAMO NOI
Cairo:"4 maggio è dolore e amore,al Derby daremo tutto" - IL TORO SIAMO NOI
Cairo:"4 maggio è dolore e amore,al Derby daremo tutto" - IL TORO SIAMO NOI

Cairo:”4 maggio è dolore e amore,al Derby daremo tutto”


Si avvicina il 4 maggio, l’anniversario della tragedia di Superga, quando il Grande Torinoscomparve per colpa di un incidente aereo. Urbano Cairo, presidente del Toro, si è così espresso in merito alla triste ricorrenza in esclusiva per la Gazzetta dello Sport.

«Cosa è per me il 4 maggio? È il cuore diviso a metà. Il dolore per una ferita che non si rimarginerà mai ma anche, in un certo senso, il compleanno di un amore che si rigenera ogni volta e aumenta di intensità».

«La sacralità del ricordo e il rinnovo di una promessa. Il Torino ha due date di nascita, il 3 dicembre 1906 quando è stato fondato e il 4 maggio del 1949 quando l’aereo che trasportava la squadra dopo l’amichevole di Lisbona col Benfica si schiantò su Superga. Nel giorno in cui sembrò che tutto fosse finito, in realtà esplose ancora più violentemente la passione e l’amore per il Torino».

Venerdì 3 maggio va in scenda il derby della Mole, contro la Juve: «Una partita sentita, molto importante. La giocheremo con tutte le nostre forze. E il giorno successivo andremo a rendere omaggio ai nostri eroi, riavvolgendo il nastro della storia in quello che sarà sempre un giorno di dolore e di rinascita. La fine di una squadra epica e il compleanno di un amore che si rinnova e non finirà mai».