Mihajlovic fa piangere il Toro


Il Torino perde in casa contro il Bologna e fallisce l’aggancio alla Roma al quinto posto in classifica: con questo ko l’Europa pare lontana.

Chievo, Frosinone e Bologna: 9 punti su 3 gare. Era questo l’imperativo che i granata si erano imposti dopo la vittoria interna contro l’Atalanta. Un tris di vittorie avrebbe fatto andare i granata a 47 punti in classifica, un bottino di punti che per i granata avrebbe significato portarsi di molto in vantaggio sulle dirette concorrenti ad un posto in Europa.

Dopo le vittorie contro Chievo e Frosinone, la sensazione era che i granata fossero sulla strada giusta; una strada che avrebbe portato la squadra di Mazzarri vicina addirittura alla zona Champions. E invece la sconfitta interna contro il Bologna ha rimesso tutti con i piedi per terra. Un 2-3 interno che brucia e che fa crollare ogni record conquistato dai granata fino a questo momento.

Niente sesta vittoria interna, niente clean sheet, niente poker di vittorie. Quella di stasera è stata una vera e propria rivincita da parte di Sinisa Mihajlovic, allenatore che dopo Ventura pareva esser in grado di portare i granata in Europa. Il Bologna non solo trova 3 gol, ma per larghi tratti ha anche dominato l’avversario che pareva ancora in “festa” dopo i successi precedenti. Per l’Europa, se si vorrà andare, servirà più umiltà. Da parte di tutti.


COMMENTA L'ARTICOLO