Cairo annuncia la creazione della seconda squadra,ecco le ipotesi - IL TORO SIAMO NOI
Cairo annuncia la creazione della seconda squadra,ecco le ipotesi - IL TORO SIAMO NOI
Cairo annuncia la creazione della seconda squadra,ecco le ipotesi - IL TORO SIAMO NOI
Cairo annuncia la creazione della seconda squadra,ecco le ipotesi - IL TORO SIAMO NOI
Cairo annuncia la creazione della seconda squadra,ecco le ipotesi - IL TORO SIAMO NOI

Cairo annuncia la creazione della seconda squadra,ecco le ipotesi


Urbano Cairo ha annunciato la nascita della seconda squadra granata che giocherà in Serie C.

Il Torino avrà una seconda squadra. Il presidente granata, UrbanoCairo, ha annunciato la nascita della seconda squadra. Il progetto è sul tavolo del numero uno del Toro che sta vagliando tre ipotesi: un team riserve, un accordo di collaborazione o l’acquisto di un club. «Il prossimo anno anche il Toro avrà la sua seconda squadra in Serie C – ha annunciato il patron al Festival dello Sport – Io l’avrei già fatta in questa stagione, solo che la decisione è arrivata a luglio e non c’è stato il tempo per prepararla. Se ci fosse stata più chiarezza l’avrei già costruita e invece si è deciso all’ultimo. Per partecipare a un campionato impegnativo come quello di serie C non si può allestire una formazione tanto per fare presenza, e occorre trovare uno stadio in cui giocare. Il Toro ci sta già lavorando». Ricordiamo che sinora solo la Juventus ha aderito al progetto delle seconde squadre e una sua formazione, la Juve Under 23, sta già disputando il campionato di Serie C.

Come riferito dal Corriere di Torino, sono tre le ipotesi al vaglio in questo momento. Il primo problema riguarda le infrastrutture: impensabile giocare al Filadelfia, occorre uno stadio a norma per la Serie C. Poi occorrono nuove risorse umane. Il Toro potrebbe seguire l’esempio della Juve e potrebbe creare una sua formazione Under 23, potrebbe seguire l’esempio della Sampdoria(con la Vis Pesaro) e avviare una collaborazione con un club che già milita in Lega Pro e questo risolverebbe molti problemi logistici e non solo, oppure potrebbe seguire l’esempio del Napoli, acquistando un club già iscritto in C (gli azzurri hanno acquistato il Bari, in D). L’unico non-problema sarebbero i calciatori: sono 24 i giocatori del Torino in prestito, tanti militano già oggi in Serie C. Dai portieri Cucchietti (Alessandria) e Zaccagno (Pro Piacenza), passando per Fiordaliso (Teramo), Giraudo (Ternana), Carissoni (Carrarese), D’Alena e Rossetti (Renate), Oukhadda (Albissola), Butic (Ternana), Candellone (Pordenone) e De Luca (Alessandria), giocatori ai quali si potrebbero aggiungere i giovani Primavera che stanno brillando in questa stagione, da Millico a Rauti. Allenatore? Alla guida ci dovrebbe essere Coppitelli.