Ansaldi,la polemica per la foto con i tifosi argentini e la sua elegante riposta

Le cocenti delusioni delle ultime edizioni bruciano enormemente sull’Argentina e i suoi tifosi, creando un clima teso in attesa del debutto mondiale il 16 giugno

Una tensione di cui ha fatto le spese Cristian Ansaldi, terzino sinistro del Torino “colpevole” di aver postato sui suoi profili social una foto che lo ritraeva in una Jacuzzi con la moglie nel giorno libero concesso dal ct Jorge Sampaoli. «Insieme all’amore della mia vita, anche solo per un attimo… visita di nemmeno un giorno… TI AMO» è stato il commento lasciato a corredo della foto ma né la scena né le parole del calciatore sono evidentemente piaciute ai tifosi, alcuni dei quali lo hanno pesantemente attaccato nei commenti del post e – tralasciando volutamente gli insulti più pesanti – si va da chi scrive «Rivestiti e stai concentrato, pensa a non lasciar passare spagnoli, tedeschi e brasiliani» a chi definisce uno «schifo farsi fotografare per una rivista in una jacuzzi a 12 giorni dal Mondiale», tenendo a ricordare al difensore granata che «non ti conosce nemmeno tua madre».

Elegante la risposta di Ansaldi, che a quest’ultimo tifoso ha repilcato così: «Che Dio ti benedica fratello, è triste vedere come non ha niente da fare nella vita. Ma per questo ci siamo noi, per lasciare tutto sul campo per voi. Speriamo che Dio ci permetterà di raggiungere l’obiettivo, per noi e per tutti voi…». Pronta anche la replica da parte della moglie («Quando ti criticano è meglio sorridere, dire “grazie” e andare avanti prima di cadere nel medesimo atto di mediocrità») prima delle scuse di Ansaldi: «Chiedo scusa a quelli che sono stati infastiditi da una foto innocente – ha detto il ‘Colo’ ai media argentini -. È stato doloroso constatare la mavagità con cui la gente parla. A scattare la foto è stato io figlio Michael di 5 anni ma le persone dicono cose senza senso, non pensavo che ne sarebbe nato un caso».

COMMENTA L'ARTICOLO