Guai per Ferrero,sequestrati i beni


La Guardia di Finanza sta eseguendo un decreto di sequestro di beni nei confronti del presidente della Sampdoria Massimo Ferrero. Secondo quanto si apprende, il patron dei doriani è coinvolto in un’indagine del Nucleo Speciale di Polizia Valutaria che riguarda anche altre persone. I reati ipotizzati, a vario titolo, sono appropriazione indebita, truffa, emissione e utilizzo di fatture false, autoriciclaggio e impiego di denaro, beni o utilità di provenienza illecita.

Sarebbero 6 le persone indagate. La GdF ha sequestrato dei beni nei confronti del numero uno della Sampdoria per un totale di 2,6 milioni di euro. Il sequestro, emesso dal Gil del Tribunale di Roma, riguarda anche la Sampdoria, ma in via secondaria: il provvedimento è scattato anche nei confronti della società blucerchiata, per un importo di circa 200mila euro, e un immobile di pregio a Firenze.

La Procura della Federcalcio, guidata da Giuseppe Pecoraro, ha aperto un fascicolo sul presidente della Sampdoria, Massimo Ferrero, a seguito del sequestro di beni da parte della Guardia di Finanza che ipotizza emissione di fatture false e appropriazione indebita nella vendita di Obiang al West Ham. Contatti sono gia’ stati avviati con la Procura di Roma, e al più presto saranno acquisiti gli atti dell’inchiesta a carico di Ferrero.


DITE LA VOSTRA!