Lovato:"Non mi sento un giocatore in prestito,darò tutto per la causa" - IL TORO SIAMO NOI
Lovato:"Non mi sento un giocatore in prestito,darò tutto per la causa" - IL TORO SIAMO NOI

Lovato:”Non mi sento un giocatore in prestito,darò tutto per la causa”

Intervenuto in conferenza stampa,  Matteo Lovato, nuovo difensore del Torino, si è così presentato:  “Sono felice di essere qui e sono pronto per questa avventura. Sono abituato al mister, lo conosco bene e lui conosce bene. So cosa vuole e cosa cerca. Ringrazio la società, mi sono sentito cercato e voluto. Non ho nemmeno pensato ad alternative, ho spinto per essere qui oggi”.


Su Juric: “Il suo lavoro con i difensori, come in qualsiasi ruolo, è di preparazione fisica e mentale. Prepara il giocatore alle situazioni della partita, nessuno meglio di lui ripropone queste situazioni in allenamento. Ogni giorno è una preparazione alla gara con le sue idee e con il suo modo di essere. Nei giocatori giovani e in chi si vuole ritrovare dà un grande aiuto e può cambiare la carriera, dando più opportunità”

Infine: “Se mi sento in prestito? Prima di essere professionisti, bisogna essere professionali. Ho sempre dato tutto per la maglia ovunque io abbia giocato, è un onore essere al Toro e fino all’ultimo giorno darò il 100%. Spero ci possano essere molti anni da vivere qui e creare una sinergia con la società. Non mi sento in prestito, credo che bisogna essere professionisti e professionali. Sposerò la causa fino all’ultimo giorno”.

Scopri di più da IL TORO SIAMO NOI

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading