Contatti positivi tra Toro e Siviglia per Rafa Mir - IL TORO SIAMO NOI
Contatti positivi tra Toro e Siviglia per Rafa Mir - IL TORO SIAMO NOI
Contatti positivi tra Toro e Siviglia per Rafa Mir - IL TORO SIAMO NOI
Contatti positivi tra Toro e Siviglia per Rafa Mir - IL TORO SIAMO NOI
Contatti positivi tra Toro e Siviglia per Rafa Mir - IL TORO SIAMO NOI
Contatti positivi tra Toro e Siviglia per Rafa Mir - IL TORO SIAMO NOI

Contatti positivi tra Toro e Siviglia per Rafa Mir

E’ sempre più caldo l’asse Torino-Siviglia, l’operazione Rafa Mir si potrebbe sbloccare a breve. Secondo l’esperto di mercato Gianluca Di Marzio, infatti, i contatti di giornata tra il club granata e quello andaluso hanno avvicinato le parti nella trattativa per l’attaccante classe 1997.

Il giocatore, quindi, può davvero sbarcare sotto la Mole e andare a rinforzare il reparto avanzato di Ivan Juric, anche se bisogna ancora sistemare qualche dettaglio. La giornata di giovedì 25 gennaio, tra l’altro vigilia della trasferta di Buongiorno e compagni a Cagliari, può essere quella decisiva.

Classe 1997, cresciuto nelle giovanili di Murcia, Barcellona e Valencia, ha esordito tra i professionisti proprio con la maglia dei Pipistrelli. Bomber con la seconda squadra, nella Segunda Division B, non è riuscito a rimanere stabilmente in arancionero, venendo ceduto al Woverhampton nel 2018.

Mir non è riuscito a giocare più di due gare con il club inglese, visti i prestiti a Las Palmas, Nottingham e Huesca, dove ha cominciato a brillare come nei primi tempi del Valencia B, trascinando la squadra alla promozione in Liga, distinguendosi anche nella massima serie spagnola.

Il Siviglia ha investito 20 milioni su di lui nel 2021: Mir ha ripagato il club con dieci goal nella prima annata, prima di diventare riserva di En-Nesyri, vincendo comunque l’Europa League del 2022/2023 come prima alternativa d’attacco.

Con la Spagna ha vinto invece l’Europeo Under 21 disputato in Italia nel 2019.

LE CARATTERISTICHE DI MIR

Punta centrale che sa agire anche come ala in entrambe le fasce, non si tratta di un centravanti poco mobile e che attende il pallone in area, ma bensì un attaccante deciso nell’andare a prendersi il pallone e svariare su tutto il fronte d’attacco.

Mir si scambia con gli esterni per permettere il loro inserimento, senza essere la classica punta di poco movimento. Dinamico, può portare via i difensori con un fisico di tutto rispetto: 191 cm per circa 88 kg.

COMMENTA L'ARTICOLO