Torna e ci pensa Buongiorno: 0-1 - IL TORO SIAMO NOI
Torna e ci pensa Buongiorno: 0-1 - IL TORO SIAMO NOI

Torna e ci pensa Buongiorno: 0-1

Torino sbanca Lecce e scaccia la crisi nella seconda partita del sabato di Serie A. Un successo prezioso per i granata quello in terra salentina con un gol di Buongiorno, tornato dall’infortunio nel miglior modo possibile, che permette alla squadra di Juric di tornare a vincere dopo oltre un mese con tre sconfitte e due pareggi nelle ultime cinque partite. 

Primo squillo giallorosso all’11’ sugli sviluppi di un calcio di punizione Gallo serve Banda che ci prova da fuori, senza però impensierire più di tanto Milinkovic-Savic. Il duello si rinnova al 30′, ma con maggiore pericolosità: Almqvist mette una buona palla al centro, Banda controlla e calcia trovando la risposta del portiere granata col piede. Poco dopo Milinkovic-Savic deve ripetersi sulla conclusione centrale ma potente di Krstovic al termine di una azione tutta personale. La risposta del Torino è affidata a Ricci che al 39′ ci prova da fuori, ma con un tiro alto non di poco.

Ancora uno squillo al giallorosso al 40′ quando Rafia lancia Almqvist che controlla, entra in area e calcia giro, ma Milinkovic-Savic è sempre attento. E proprio quando il primo tempo sembrava destinato ad andare agli archivi sullo 0-0, il Torino passa alla prima occasione. Lancio di Linetty per Ricci che prova a calciare, ne nasce un assist involontario per Buongiorno che sbuca e da due passi trova il gol del vantaggio granata.

A inizio ripresa il Lecce va subito a caccia del pari. Dopo 3′ Banda si avventa su un pallone apparentemente inoffensivo e lascia partire un tiro-cross che Milinkovic-Savic riesce a sporcare evitando il peggio. Il Torino prova ad approfittare di qualche spazio lasciato dai difensori giallorossi e al 58′ va vicino al raddoppio con Sanabria, al colpo di testa su cross di Lazaro, con la palla di poco alta sopra la traversa. Poco dopo l’attaccante paraguaiano conquista un pallone non facile e innesca Pellegri che ci prova dalla linea di fondo, ma Falcone è attento a proteggere il primo palo. Il Torino difende con ordine, concedendo poco al Lecce che si riaffaccia in attacco al 72′ con Oudin, la cui conclusione viene sporcata da Gineitis e bloccata a terra da Milinkovic-Savic. Nel finale D’Aversa cerca il tutto per tutto e all’87’ mette paura al Torino: cross dalla trequarti, sponda di Piccoli per Baschirotto che colpisce Milinkovic-Savic, bravo a uscire di pugno e a salvare ancora la porta granata. Sull’azione successiva è il Torino a sfiorare il gol con Lazaro che, pescato sul secondo palo da Lazaro, calcia di poco a lato.

Scopri di più da IL TORO SIAMO NOI

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading