Tuttosport: nessun passo avanti per Vlasic e Miranchuk - IL TORO SIAMO NOI
Tuttosport: nessun passo avanti per Vlasic e Miranchuk - IL TORO SIAMO NOI
Tuttosport: nessun passo avanti per Vlasic e Miranchuk - IL TORO SIAMO NOI
Tuttosport: nessun passo avanti per Vlasic e Miranchuk - IL TORO SIAMO NOI
Tuttosport: nessun passo avanti per Vlasic e Miranchuk - IL TORO SIAMO NOI
Tuttosport: nessun passo avanti per Vlasic e Miranchuk - IL TORO SIAMO NOI

Tuttosport: nessun passo avanti per Vlasic e Miranchuk

Si continua a lavorare per la trequarti da consegnare a Ivan Juric per la prossima stagione. ‘Toro, incontro per Praet: stallo per Vlasic e Miranchuk, Vagnati si cautela’ il titolo scelto da Tuttosport per la prima pagina di oggi. ‘Juric tra un mese inizierà il ritiro e non vuole più un organico incompleto. Paro con lui: ha detto no al Mantova. I giovani ancora a Ludergnani‘ si legge sul quotidiano torinese.

LA SITUAZIONE

Il Torino è al lavoro per definire il futuro di Nikola Vlasic e Miranchuk, due giocatori considerati importanti da Juric ma con situazioni contrattuali molto complicate. Per entrambi è scaduto il termine per esercitare il diritto di riscatto – rispettivamente con West Ham e Atalanta – ragion per cui torneranno ai club di appartenenza, ma potrebbero aprirsi scenari interessanti soprattutto per Vlasic. 


La società granata ha inviato il direttore sportivo Vagnati a Londra per trattare con il West Ham il riscatto di Vlasic: i londinesi hanno rifiutato l’offerta di 9 milioni più bonus, continuando a rimanere in orbita di quei 13 milioni pattuiti lo scorso agosto. Il Torino reputa la cifra alta, ecco perché non ha esercitato la possibilità di riscattarlo; c’è la volontà di Vlasic di rimanere al Toro, dove ha garantita la centralità nel progetto, oltre alla stima dell’allenatore. Servirà però uno sforzo in più, altrimenti il West Ham potrebbe decidere di intavolare trattative con altri club. Il Torino rimane alla finestra, tenterà in tutti i modi di acquistare il cartellino di Vlasic. 

Discorso analogo per Miranchuk, il cui diritto di riscatto scadrebbe in questa settimana per un cifra di base di 9.5 milioni, più 1.5 di bonus facili da raggiungere. Il Torino avrebbe chiesto anche all’Atalanta di abbassare le pretese, fermando la parte fissa a 7 milioni circa più bonus: la Dea ha però rispedito al mittente l’offerta, decidendo di far rientrare il calciatore e valutare se tenerlo o metterlo nuovamente sul mercato.